rotate-mobile
Sport

Fusione tra Reyer e Benetton? Basta una voce e si crea una baraonda

La Tribuna di Treviso ha pubblicato un articolo in cui si prefigura una possibile "alleanza" per la prossima stagione. Sugli scudi il tifo organizzato orogranata: "La nostra squadra non si tocca"

Fusione tra Reyer Venezia e Benetton Treviso? Se n'è parlato e se ne parlerà. Ma probabilmente sono solo voci destinate a rimanere ipotesi suggestive quanto "improponibili". O meglio, business e soldi possono tutto naturalmente. Come pure infrastrutture come quelle della Ghirada e un palazzetto già omologato per la serie A come il Palaverde. Ma la tradizione di due società storicamente rivali e "simbolo" di territori tanto vicini quanto lontani per caratteristiche e peculiarità impediranno la grande "liason".

 

Chiunque avesse nel cassetto un progetto del genere probabilmente non avrà modo di portarlo a termine. Un articolo pubblicato oggi sulla Tribuna di Treviso scriveva che secondo "voci" la prossima stagione la Benetton potrebbe mettere a disposizione le strutture e la Reyer Venezia il proprio "know how" (sicuramente poco avvezzo alla massima serie cestistica peraltro).

E' bastato questo e subito i gruppi del tifo organizzato orogranata si sono fatti sentire. "La società Reyer ha come unico obiettivo - scrivono in un comunicato i Panthers - il diffondere la cultura sportiva e sociale legata alla realtà lagunare, promuovendone il senso di appartenenza a partire dai cittadini di Venezia, quelli di Mestre e tutti quelli della provincia che si riconoscono nella sua storia". La gran parte dei supporters comunque non crede che questa voce si concretizzerà mai, bollandola come "assurda" e "improponibile". "E' inaccettabile e oltremodo vergognosa l'ipotesi di una fusione - continua il comunicato - ciò reciderebbe il legame che lega una tradizione alla sua città e al suo popolo". Proposta bocciata, quindi. Senza appello.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fusione tra Reyer e Benetton? Basta una voce e si crea una baraonda

VeneziaToday è in caricamento