rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Sport

Gaibledon, l'ultimo torneo pre-Wimbledon in programma dal 13 giugno

Montepremi totale da 115 mila dollari e partecipazione di tenniste anche tra le numero duecento al mondo

Sarà un evento tra i più importanti al mondo per il tennis femminile su erba naturale, il "Veneto Open Internazionali Confindustria Venezia e Rovigo" e sarà ospitato a Gaiba, in provincia di Rovigo. Dopo l’esperienza degli ultimi anni, che ha visto susseguirsi diversi Open nazionali femminili e lo scorso anno gli Internazionali di tennis su erba naturale maschili con montepremi da 15 mila dollari, è arrivato il grande salto di qualità per il giovane gruppo del direttivo del Tennis club Gaiba.

«Dopo la bellissima esperienza dello scorso anno - spiega Elia Arbustini, presidente del club - siamo pronti a rilanciare e a puntare su questo torneo, questa volta al femminile, che ha pochi eguali nel mondo». Grazie al sostegno dei partner, dal 13 al 19 giugno 2022, "Gaibledon", come viene chiamato ormai comunemente il circolo rodigino, ospiterà dunque un torneo di tennis femminile con montepremi da 115 mila dollari.

«Confindustria da sempre è vicina allo sport e ai suoi valori: il rispetto, la disciplina, l’impegno, la competizione, la collaborazione. - dichiara il vicepresidente di Confindustria Venezia Rovigo, Paolo Armenio - Il torneo Veneto Open, poi, rappresenta un grande volano per questo territorio, un’opportunità di crescita economica e di promozione internazionale. Per tali motivi abbiamo voluto abbracciare l’iniziativa, coinvolgendo le nostre imprese associate».

La stagione del tennis femminile mondiale 2022 su erba, prevede due WTA 500 (Berlino ed Eastbourne) e quattro WTA 250 (Nottingham, s’Hertogenbosch, Birmingham e Bad Homburg) e il WTA a Gaiba prima di Wimbledon. A Gaibledon è previsto che si giochi subito il main draw con tabellone da 32 tenniste nel singolare e 16 coppie per il doppio con inizio il lunedì 13 giugno e conclusione con la finale del singolare la domenica successiva 19 giugno.

«Sarà un impegno organizzativo notevole - dice il direttore del torneo Fabio Morra - che vede coinvolti tanti professionisti che mettono in campo la loro esperienza, ma anche tanti volontari che doneranno il loro tempo per la buona riuscita dell’evento di respiro internazionale». Sarà un momento importante non solo per il territorio ma per il tennis italiano in genere con la presenza di giocatrici tra le prime duecento del ranking mondiale, ma potrebbe esserci anche qualche top della classifica WTA in cerca di "buone sensazioni" in vista del prestigioso e storico Slam inglese sull’erba di Wimbledon.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gaibledon, l'ultimo torneo pre-Wimbledon in programma dal 13 giugno

VeneziaToday è in caricamento