rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Sport Zelarino

Ginnastica artistica: la nazionale italiana si ritrova, a Fermo, nel primo collegiale in preparazione ai mondiali di Kitakyushu in Giappone

Dopo Tokio la ginnastica Italiana guarda già a Parigi 2024 passando per i Mondiali di ottobre. Spes Mestre: Nella lista dei convocati dal DT Cocciaro ci sono anche i gioielli Stefano Patron e Niccolò Mozzato…intanto i ‘piccoli’ sono convocati in collegiale regionale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

“Mestre: La ginnastica italiana è tornata dalle Olimpiadi di Tokio gonfia di orgoglio per le medaglie di Vanessa Ferrari al Corpo Libero e delle Farfalle della Ritmica. La sezione maschile è rimasta un po' a guardare le sorelle ed è tornata con il cuore infranto a causa della mancata medaglia di Marco Lodadio agli anelli.

Nell’ambiente azzurro si percepisce felicità ma anche aria di rivincita e il Direttore Tecnico Cocciaro, senza perder tempo, ha tracciato la road map per portare gli azzurri alle Olimpiadi di Parigi 2024. Il programma passa per due tappe intermedie molto importanti, il mondiale in Giappone dal 18 al 24 ottobre 2021 ed il mondiale qualificante nel 2023. Per arrivare a Parigi la strada è lunga ed in salita ma il gruppo di ginnasti su cui lavorare è vasto e di grande qualità.

Al primo collegiale di Fermo, partito lunedì 23 e che si concluderà venerdi 27 agosto, sono stati convocati tutti i ginnasti piazzatisi ai primi 3 posti nelle gare nazionali di quest’anno sia nell’all around che agli attrezzi. Nella lista ci sono tutti i partecipanti all’Europeo di Basilea ed anche i reduci da Tokio, Edalli e Lodadio. Il DT Cocciaro non ha avuto difficoltà a convocare i due gioielli della Spes Mestre Stefano Patron e Niccolò Mozzato. Patron in virtù del secondo posto nell’All Around degli assoluti a Napoli e Mozzato grazie alla conquista dell’oro nella finale di specialità al Corpo libero.

I mondiali in Giappone non saranno qualificanti per le Olimpiadi e saranno dei mondiali per specialisti. Ogni nazione avrà la possibilità di presentare quattro ginnasti per attrezzo e l’Italia potrebbe presentare un generalista (probabilmente Bartolini) e 3 specialisti per attrezzo. Patron e Mozzato sono ai blocchi di partenza e partono alla pari con i compagni. Entrambi hanno una marcia in più..Patron gasato da una stagione meravigliosa che lo ha visto ai vertici degli europei e a 2’ dal titolo di campione Italiano Assoluto e Mozzato in ripresa fenomenale dall’infortunio alla spalla. Nella loro carriera agonistica si sono alternati nei successi….a stagioni opache di Patron rispondeva Mozzato con prestazioni eccelse…durante l’infortunio di Mozzato, Patron ha sfoderato la sua stagione migliore guidando anche la Spes alla salvezza nel campionato di serie A.

Adesso sono pronti per affrontare questa avventura insieme e l’amicizia che li lega speriamo sia la chiave per vederli insieme ai mondiali ed alle Olimpiadi, le loro Olimpiadi. I due campioni sono accompagnati dal loro tecnico Gianmatteo Centazzo che sta investendo tutte le sue energie per curare anche i più piccoli. Dopo l’allenamento dei Nazionali, Centazzo si dedica a far crescere 3 piccoli ginnasti di 11 anni, Alvise Sifanno, Elia Doardi e Alessio Cecchinato. Tutti e 3 sono stati convocati dal DT regionale per il primo collegiale della stagione questo fine settimana a Padova e tutti e 3 saranno al primo collegiale Interregionale a Ferrara il 12 settembre. Dietro a Mozzato e Patron la Spes sta garantendosi il futuro.

Gianmatteo Centazzo: ”Il gruppo convocato a Fermo è quello su cui si lavorerà in prospettiva Parigi 2024. Vi sono tanti ginnasti di qualità e tra questi i nostri due ginnasti. A questo primo collegiale ne seguirà un altro a metà settembre dopo il quale il DT comunicherà i nomi dei convocati per i mondiali in Giappone. Niccolò è uno dei candidati a partecipare come specialista al corpo libero e Stefano se la gioca alle parallele. Non è escluso che Cocciaro tenga conto di Patron anche per l’All around. La strada che abbiamo intrapreso ci porterà a formare la squadra che dovrà partecipare ai mondiali qualificanti del 2023 da cui usciranno le squadre che parteciperanno alle olimpiadi di Parigi 2024. Sono contento per i ragazzi perché ce la stanno mettendo tutta e se continuano cosi ce la possono fare a raggiungere l’obiettivo prima dei mondiali e poi quello delle olimpiadi. Per quanto riguarda i piccoli…c’è tanto lavoro da fare. Sto chiedendo loro dei sacrifici. Durante questa estate si sono allenati 5 giorni su 7 con due allenamenti al giorno. E’ dura per un ragazzino di 11 anni ma li vedo felici per cui questo rende felice anche me". Roberto Pomiato

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ginnastica artistica: la nazionale italiana si ritrova, a Fermo, nel primo collegiale in preparazione ai mondiali di Kitakyushu in Giappone

VeneziaToday è in caricamento