Sport Zelarino

Ginnastica artistica: Stefano Patron nella prima giornata di Bundesliga, la serie A tedesca

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

È partito il campionato si Serie A tedesco, la Bundesliga. È un campionato diviso in due gironi composti da quattro squadre. Ciascuna squadra affronta le altre 3 ini scontri diretti in diverse giornate. Alla fine delle 3 giornate le prime due di ogni girone si affrontano in semifinale da cui escono le due finaliste. La formula di gara è simile alla formula utilizzata in final six nel campionato di serie A Italiano. Ad ogni attrezzo salgono 4 ginnasti e ciascun ginnasta di una squadra affronta il ginnasta dell’altra squadra in uno scontro diretto. Vince chiaramente chi ottiene la nota di gara più alta ma alla squadra vengono attribuiti i punti in base allo scarto che c’è tra le due note di gara.

Uno degli scontri interessanti della prima giornata è stato quello tra i campioni di Germania del TGSaar, tra le cui fila è stato ingaggiato, in prestito, il campione olimpico Nikita Nagorny e lo StTV Singen dove è stato convocato Stefano Patron, gioiello della SPES Mestre. La sorte ha voluto che Patron si scontrasse con Nagorny al Corpo libero ed al Cavallo con Maniglie. Al corpo libero Patron ha fatto una prova magistrale ed ha limitato i danni contro le prodezze di NAgorny. Patron si è distinto davvero bene anche negli altri attrezzi, portando agli anelli una novità nel suo esercizio che ne ha aumentato la difficoltà. Alla fine hanno vinto i campioni di Germania uscenti e non solo per merito di Nagorny. In una ipotetica classifica generale Patron è risultato secondo dietro a NAgorny. Un bel segnale anche per il suo coach SPES, Gianmatteo Centazzo, che ha chiamato subito Patron dopo la gara per fargli i complimenti.

Il calendario prevede la seconda giornata sabato 2 ottobre e la terza sabato 13 novembre, poi la semifinale il 20/11 e la finale il 27/11. Stefano Patron: «È stata una bellissima esperienza. Ho fatto una bella gara e mi sono divertito. Ho fatto tutti gli attrezzi e mi sentivo davvero in forma. La formula mi ha messo di fronte al campione olimpico Nagorny al corpo libero ed al cavallo con maniglie. Ha vinto lui ma di poco. Sia io che lui abbiamo gareggiato in tutti gli attrezzi e rimanere attaccato a Nagorny, nei punteggi è stato indescrivibile. Ad ogni attrezzo ero sempre più determinato a raggiungerlo. È stata una bella soddisfazione aver avuto l’onore di partecipare ad un campionato di altissimo livello come quello tedesco. Le squadre, oltre ai ginnasti di casa, hanno attinto all’estero tra i migliori e questo mi rende orgoglioso per esserci.

Roberto Pomiato

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ginnastica artistica: Stefano Patron nella prima giornata di Bundesliga, la serie A tedesca

VeneziaToday è in caricamento