I leoni di Pr Group ruggiscono su più fronti

Pascoli, su Peugeot 207 Super 2000, è secondo assoluto al Ciocchetto. Ottimo bottino a Sperlonga con l'Erbetta family in luce e con il primo podio per Caporale.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Dolo (Ve), 22 Dicembre 2015 – Meglio di così non si poteva sperare con i portacolori di PR Group che hanno archiviato l'ultimo weekend agonistico concludendo le loro avventure a podio e chiudendo così il sipario su questo 2015 ai massimi livelli.


Le ultime uscite bersagliate dalla dea bendata non hanno scalfito minimamente l'entusiasmo del team manager Thomas Pascoli che ha letteralmente mostrato le unghie in quella riserva di caccia abitualmente di proprietà dei piloti locali: il Rally del Ciocchetto.
Giunto alla sua edizione numero ventiquattro il classico appuntamento di fine stagione del panorama rallystico toscano vedeva al via tutti i migliori driver di zona, nonché profondi conoscitori dell'evento, tra i quali spiccavano i nomi di Michelini, “Ciava”, Ciuffi, Dati e Marcucci.
Il driver friulano, al via con la compagna Eva Narduzzi a bordo della fida Peugeot 207 Super 2000 uscita dalla propria factory, non si faceva per nulla intimorire dal parco partenti di prim'ordine lanciandosi all'attacco delle tredici prove speciali in programma.


Lottando a stretto contatto con i migliori Pascoli si metteva nella scia di un velocissimo Michelini per poi approfittare del passo falso di quest'ultimo sul nono impegno di giornata e prendere le redini della classifica provvisoria con poco più di due secondi su Marcucci.
Il ritorno di Michelini non si faceva attendere e già nel successivo crono Pascoli accusava il controsorpasso ma, riuscendo abilmente a contenere l'assalto di Marcucci, si avviava a festeggiare un brillante secondo gradino del podio assoluto nonché primo di classe S2000 e di gruppo A.


Se il leone transalpino ha ruggito al Ciocchetto non da meno è stato il fratello in gara nella settima edizione della Ronde Città di Sperlonga condotto da Domenico Erbetta e coadiuvato alle note dall'inseparabile Valerio Silvaggi.
Per l'equipaggio della scuderia veneziana, in gara anch'essi con una Peugeot 207 Super 2000, un passo decisamente elevato ha consentito loro di chiudere con un buon secondo posto di classe S2000 e di firmare la sesta casella della generale.
Vittoria in solitaria, ma come sempre tra le più ammirate di giornata, per la splendida Ford Escort Rs Cosworth gruppo A con al volante l'inossidabile Giuseppe “Pino” Erbetta, che ha fatto sua la classe A8 con al fianco la “new entry” Bove.
Sorride anche Vitantonio Caporale, affiancato da Dario Pacitti alle note, che al volante di una Renault Clio Super 1600 è riuscito nell'intento di salire sul gradino più basso del podio precedendo sul filo di lana la Citroen C2 Super 1600 di Bronzi per soli quattro decimi.

Torna su
VeneziaToday è in caricamento