menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La difesa blinda il derby: Reyer vittoriosa per 82-62 contro Treviso

Gli orogranata si portano a casa la vittoria nell'ultimo match interno di regular season prima della chiusura a Reggio Emilia. Venti i punti di scarto da Treviso

Ancora una grande prova di squadra, in particolare in difesa (soli 62 punti subiti), per l’Umana Reyer, che si aggiudica con 20 punti di scarto (82-62) il derby con la De’ Longhi Treviso, ultimo match interno di regular season prima della chiusura a Reggio Emilia in cui i ragazzi di coach De Raffaele proveranno a conquistare il fattore campo nei quarti playoff.

Primo tempo

Sempre senza Bramos, Fotu e Vidmar, gli orogranata partono con Clark, Tonut, Chappell, Stone e Watt e iniziano 5-0 (Tonut da 3 e Chappell su assist di Watt). L’Umana Reyer fa sentire la voce grossa a rimbalzo, anche in attacco (saranno già 7 dopo i primi 10’), ma, anche a causa delle palle perse (6 nei primi 10’) non riesce a distanziare Treviso, che anzi impatta a quota 9 a metà periodo. Gli orogranata, trascinati dal solito Tonut, riescono comunque a mantenere un vantaggio costante tra i 2 e i 4 punti, chiudendo 19-15 contro una Treviso che perde capitan Imbrò per un problema alla spalla. La difesa orogranata, con ottimi aiuti e raddoppi, concede basse percentuali agli avversari e la De’ Longhi resta così a secco per 50’, durante i quali l’Umana Reyer tocca il primo vantaggio in doppia cifra con uno spettacolare gioco da tre punti di Casarin (25-15 all’11’30”). Il margine viene progressivamente incrementato da Mazzola in contropiede su assist di Daye (27-15 al 12’), Watt al 13’30” (29-16) e Tonut in contropiede su assist di Clark a metà quarto (33-18). Il gioco di squadra degli orogranata permette di mantenere l’inerzia, allungando ulteriormente (41-23 con Cerella al 19’), prima di andare negli spogliatoi sul 41-24.

Secondo tempo

L’Umana Reyer resta padrona del campo anche nella ripresa. Il +20 arriva al 22’30” con la tripla di Chappell, poi coach Menetti è costretto al time out sul 50-27 al 23’30”. Watt allunga ulteriormente (52-27) a metà periodo, prima che arrivi la reazione ospite: 0-8, con time out stavolta di coach De Raffaele sul 52-35 al 27’30”. Tonut e De Nicolao riscrivono il +20 (57-37 al 28’30”), ma il finale di periodo è nuovamente appannaggio della De’ Longhi, che con un ulteriore 0-6 riesce a riavvicinarsi fino al 57-43 al 30’. L’avvio di ultimo quarto vede polveri bagnate per 1’30”, poi gli orogranata infilano in 1’ un 9-0 che chiude la partita: 66-43 al 32’30”, nonostante il doppio time out di Treviso. Casarin firma la tripla del 69-45 al 33’30” e si entra virtualmente in garbage time, visto che gli ospiti non riescono mai a scendere sotto il -20. C’è ancora il tempo per Casarin di arrivare alla doppia cifra e servire a Possamai l’assist per la schiacciata dell’82-59 al 39’, mentre Treviso può solo limare parzialmente, fino all’82-62 finale.

Parziali: 19-15; 41-24; 57-43

Umana Reyer: Casarin 11, Stone 2, Tonut 20, Daye 3, De Nicolao 5, Campogrande, Clark 4, Chappell 7, Mazzola 7, Cerella 2, Possamai 2, Watt 19. All. De Raffaele.

De’ Longhi: Logan 7, Russell 13, Vildera 2, Bartoli, Imbrò, Piccin 5, Chillo 12, Mekowulu 6, Sokolowski ne, Akele 12, Lockett 5. All. Menetti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento