menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luigi Brugnaro con il coach della Reyer Charlie Recalcati

Luigi Brugnaro con il coach della Reyer Charlie Recalcati

"La vicenda dell'Unione è ridicola, ripartiamo dalla passione dei tifosi"

Il sindaco Brugnaro giovedì incontra i supporters arancioneroverdi: "Difenderemo il calcio, ma la responsabilità è di chi si è fatto bello da anni sui giornali"

Non c'è solo la Reyer Venezia nei pensieri del sindaco Luigi Brugnaro. Ci sono anche le sorti delle altre società sportive della città, compresa l'Unione Venezia, che sta lottando per sopravvivere. Per potersi iscrivere al prossimo campionato di Lega Pro. Il campionato più difficile, infatti, la società arancioneroverde lo sta giocando ora che di partite non ce ne sono, ma c'è una scadenza che si sta avvicinando sempre più per riuscire a iscrivere la squadra alla prossima stagione.

L'ARMA SEGRETA CONTRO IL DEGRADO: "SI SCONFIGGE CON LO SPORT"

LA REYER A CA' FARSETTI: "FIERI DEL PRESIDENTE E DEI RISULTATI"

Altrimenti si ripartirà dai dilettanti. A poche ore dalla sua nomina ufficiale, proprio mentre attorno a sé aveva dirigenti e giocatori della Reyer Venezia, il primo cittadino Brugnaro ha annunciato che giovedì mattina incontrerà i tifosi del Venezia: "Leggere sui giornali con dichiarazioni fatte ieri (martedì, ndr) che il Comune deve essere responsabile della situazione societaria del calcio mi sembra quantomeno ridicolo - ha attaccato - Ho chiamato i tifosi, domani mattina (giovedì) vengono, voglio parlare con loro perché a loro va tutta quanta l'attenzione. Esprimerò la massima vicinanza dell'intera città alle sorti del calcio, sia del Penzo e sia del Baracca a Mestre. E' una situazione che ha a dir poco del ridicolo - continua - credo che non sia il caso di imputare a qualcun altro responsabilità se non agli stessi amministratori. Abbiamo visto girare progetti faraonici con gente che si è fatta bella da due o tre anni sui giornali. Pensare che poi la collettività, in una situazione di bilancio disastrosa, debba farsi carico di questo è ridicolo. Il Comune si farà carico sempre di difendere lo sport e il fatto che noi dobbiamo avere il calcio è fuori discussione. Come lo faremo - conclude -? Ricominceremo secondo me dalla passione dei tifosi".

"NON ACCOGLIEREMO PIÙ PROFUGHI, PRONTI A GRANDE MANIFESTAZIONE"

SILENZIO DI CASSON: "LO CHIAMERÒ IO, SARÀ AMAREGGIATO"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento