Sport Campalto / Via Porto di Cavergnago

Slittano i tempi per il "nuovo" Taliercio, mancante ancora l'ok dal Comune

Sono passate due settimane dalla conferenza stampa in cui il presidente della Reyer Brugnaro spiegò la "road map" per riportare a Venezia la squadra orogranata. Per ora, però, tutto tace

Nonostante gli annunci in conferenza stampa del 29 maggio scorso continuano a slittare i tempi del "ritorno a casa" della Reyer Venezia. La promessa è che il 30 settembre, calendario alla mano data della prima giornata di campionato della stagione 2012/2013, i supporters orogranata non debbano più intraprendere una "trasferta" in terra trevigiana per giocare in casa, ma possano affollare le tribune del Taliercio.

Una tabella di marcia serrata dei lavori che già al primo passaggio subisce un piccolo slittamento: mancano ancora le autorizzazioni burocratiche del Comune, che ha in mano le carte del progetto per portare il palazzetto dello sport mestrino ai 3.506 posti a sedere chiesti dalla Lega. L'assessore allo Sport Andrea Ferrazzi assicura che non ci sarebbero irregolarità e che una risposta verrà data quanto prima, anche se per ora non è possibile sapere quando. I tempi, assicurano da Ca' Farsetti, saranno comunque brevi.

La questione rischia di tenere banco soprattutto riguardo la campagna abbonamenti che verrà intrapresa per la prossima stagione agonistica, in cui il presidente Brugnaro avrebbe intenzione di lasciare la formula basata sulle "Fidelity Card" a vantaggio di forme d'abbonamento più tradizionali. A giugno, infatti, è prevista la gara d'appalto per l'assegnazione dei lavori e a luglio l'apertura dei cantieri. I tempi sono molto stretti.

 

IL PROGETTO DEL "NUOVO" TALIERCIO

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Slittano i tempi per il "nuovo" Taliercio, mancante ancora l'ok dal Comune

VeneziaToday è in caricamento