← Tutte le segnalazioni

Cresciuto al Favaro: Vido segna il gol decisivo e porta gli Under 20 in semifinale

Redazione

Il gol della vittoria per l'Italia Under 20 arriva nel secondo tempo supplementare, al 111'. Un giovane classe 1997 frusta di testa il pallone in porta da calcio d'angolo e batte il portiere dello Zambia, portando il risultato sul 3 a 2 e la squadra in semifinale ai Mondiali. L'autore della rete decisiva è Luca Vido, veneto trapiantato al Milan e in prestito al Cittadella.

Tra le esperienze di questa giovane promessa è determinante quella nella squadra del Favaro Veneto, la prima in assoluto. Nato a Bassano del Grappa, Vido ha giocato nella terraferma veneziana fino a 8 anni. Dagli 8 agli 11 è passato a Treviso, quando la prima squadra militava ancora tra serie A e B; dopo il fallimento è andato al Padova, rimanendovi dagli 11 ai 13 anni. Poi, a 14 anni, è approdato al Milan.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Luca è definito un elemento di spicco della selezione giovanile rossonera. Dotato di grande tecnica, ha nei movimenti - con e senza palla al piede - uno dei suoi punti di forza. Al 23 gennaio di quest'anno - scrive autogolal90.com - l’attaccante aveva totalizzato 9 reti e 3 assist in 14 presenze. Adesso quella che probabilmente è la più grande soddisfazione della sua carriera, finora: la rete decisiva per il passaggio della nazionale in semifinale. Vido, che nella partita contro lo Zambia era entrato nel secondo tempo regolamentare in sostituzione di Scalera, era stato prezioso anche in occasione del secondo gol dell'Italia, guadagnandosi il calcio di punzione dal limite poi trasformato da Dimarco.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
VeneziaToday è in caricamento