Lunedì, 2 Agosto 2021
Sport

Massimo Romano nuovo coach dell'Umana Reyer femminile

Sarà per lui il quarto anno all'Umana dopo l'esperienza dei primi tre come assistente allenatore

Archiviata l'esperienza di coach Ticchi l’Umana Reyer è lieta di comunicare che sarà Massimo Romano il nuovo head coach dell’Umana Reyer femminile.

La carriera

Per coach Romano sarà la quarta stagione in orogranata dopo le prime tre da assistente allenatore in cui ha collezionato 115 panchine (di cui 5 da head coach in sostituzione di Liberalotto e Ticchi). Massimo ha inoltre maturato esperienza internazionale lavorando come assistant coach della Nazionale Italiana femminile nel 2019 con coach Andrea Capobianco e dal 2020 con coach Lino Lardo. A livello giovanile è stato assistente dell’Italia under 20 dal 2014 al 2019, un’esperienza culminata con la medaglia d’oro all’Europeo under 20.

Le parole del coach

 «Sono molto felice della fiducia della società e voglio ringraziare la proprietà, il Presidente Casarin e la dirigenza – le parole di coach Massimo Romano – Qui c’è una grandissima organizzazione, su tutti i punti di vista, e tante persone che contribuiscono al progetto e ai risultati del campo. Staff e giocatrici vengono messi nelle migliori condizioni per lavorare al meglio e fare bene. Reyer è un’azienda che però ha anche un cuore e il valore umano delle persone viene enfatizzato ed è raro trovare un ambiente di lavoro in cui c’è così tanta disponibilità e passione, sono elementi contagiosi. Personalmente ho grande entusiasmo e grande voglia di lavorare per continuare a perseguire obiettivi ambiziosi. Certamente diventare head coach di questo Club è una grande responsabilità e credo che il fatto di conoscere le dinamiche e i processi lavorativi mi possa essere utile. Le giocatrici straniere sono molto importanti, ma sono le italiane a creare la base per raggiungere i traguardi e quelle dell’Umana sono atlete e persone di altissimo livello. Inoltre, le orogranata che fanno parte del gruppo azzurro si sono formate o sono maturate definitivamente in Reyer e se hanno conquistato la Nazionale é merito sia loro sia del nostro Club. Ogni stagione fa storia a sé, dunque dovremo ripartire con la stessa voglia di fare bene ed essere affamati per regalare altre soddisfazioni alla società e ai tifosi. Spero infine di incontrare presto tutti i tifosi e gli appassionati, a Venezia si avverte tanto amore per il basket e queste ragazze meritano di avere finalmente il contatto con il pubblico veneziano».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massimo Romano nuovo coach dell'Umana Reyer femminile

VeneziaToday è in caricamento