menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E' ufficiale, Michele Serena nuovo allenatore dell'Unione Venezia

Il mister sostituisce Dal Canto, esonerato domenica dopo l'ennesima sconfitta. Korablin assicura di voler ancora portare avanti il progetto

Dopo le anticipazioni è arrivata l'ufficialità: il mestrino Michele Serena è il nuovo allenatore dell'Unione Venezia. Dopo l'esonero di mister Dal Canto domenica scorsa, al termine dell'ennesima sconfitta di questo tribolato inizio di stagione arancioneroverde, la società ha virato verso il mister di Campalto. I dirigenti lagunari sono volati fino a Mosca per ottenere il nulla osta dal presidente Juri Korablin, cosicché già mercoledì alla guida della squadra ci sarà Serena.

Presentazione nella sede della società alle 14.30. Poi giovedì pomeriggio alle 15 subito in campo al Taliercio per il primo allenamento. Il progetto Venezia resta quindi in piedi: il viaggio in Russia di Scibilia e di De Franceschi in definitiva serviva anche a questo: assicurarsi che la pazienza del presidente non si sia esaurita, nonostante l'avvio non certo sprint in campionato. Il tecnico di Carpenedo potrà quindi contare anche sul proprio staff: il vice Davide Zanon e il preparatore dei portieri Massimo Lotti. Oltre che il preparatore atletico Maurizio Ballò. Facce che i tifosi lagunari conoscono molto bene. In attesa di un ritorno in città in prima persona di Korablin nelle prossime settimane, che intenderebbe chiarire in prima persona alcuni dettagli del progetto. Dopo i prolungati silenzi di quest'estate.

L'accordo fra tecnico e società è stato trovato in tempi record, sono bastate poche telefonate e un incontro faccia a faccia avvenuto mercoledì mattina in società: "E' stato tutto molto veloce - ha confermato il nuovo tecnico - c'è poco tempo da perdere. Sono molto legato alla città, alle mie origini, a questa maglia, ai colori e alla gente, per questo trovare l'accordo col direttore è stato semplice. Chiedo a chi mi vuole bene di sostenerci in questo momento difficile per il bene di questa società. Ero e sono molto ambizioso - ha proseguito - e credo fortemente che qui ci siano i margini per lavorare bene, oggi abbiamo parlato di playoff e promozione perchè ho voglia di portare l'Unione Venezia in una categoria superiore. Spero di trasmettere questi valori, i miei valori alla squadra perchè poi sono i giocatori che si esprimono sul rettangolo verde: gli spiegherò l'importanza di questa maglia che racchiude una storia centenaria e chiederò loro di dare più del 100%. Questo è un momento particolare e starà sicuramente a noi cercare di coinvolgere il più possibile tutti: gli allenamenti saranno sempre a porte aperte, voglio la gente vicina e in questo momento è il minimo che possiamo fare per ricreare un pizzico di entusiasmo. Abbiamo una buona squadra composta di giocatori importanti e d'esperienza che può sicuramente fare di più di quello che ha fatto fino ad oggi, forse manca un po' di autostima per provare a fare quelle cose che adesso sembrano difficili e su questo lavoreremo già da domani".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento