menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'impresa non riesce alla Reyer Venezia, l'Olimpia Milano fa sua gara 5 con la difesa

In un Forum incandescente i biancorossi mettono con le spalle al muro l'Umana, che ora si gioca tutto al Taliercio in gara 6. Uomo partita Bruno Cerella, in attacco e in difesa

Le partite spesso non si vincono con l'attacco, ma con la difesa. L'ha dimostrato l'Armani Milano, che venerdì sera si è accaparrata gara 5 di semifinale contro la Reyer Venezia in un Forum pieno in ogni ordine di posto. Un fattore il pubblico dei biancorossi, che per la prima volta durante questi playoff sono tornati a disputare un match tra le mura amiche, senza dover andare in trasferta. Fatto sta che l'Umana ci ha messo come sempre il cuore, durante un match in cui ha dimostrato di essere squadra vera. Solida. Ha sbattuto però contro l'energia di Milano, che durante l'ultimo quarto ha stretto le maglie difensive facendo segnare Venezia con il contagocce.

Sugli scudi Bruno Cerella per i padroni di casa, protagonista non solo di 12 punti a suon di triple ma anche di importanti giocate difensive che hanno contribuito a rendere il Forum un catino incandescente. Tra le fila orogranata, invece, Jeremy Pargo è sempre più il termometro della squadra, con Mike Green a fare da spalla a un attacco che spesso, anche per meriti degli avversari, ha girato a vuoto. La difesa a zona all'inizio della partita ha messo qualche sassolino tra gli ingranaggi offensivi di Milano, con coach Walter De Raffaele che l'ha riproposta dopo ogni canestro segnato da Venezia, che ha cercato di rimanere in scia fino all'ultimo. Solo nei minuti finali lo svantaggio è aumentato fino a raggiungere la doppia cifra, quando nel terzo quarto invece la Reyer era riuscita a pareggiare. Da lì in poi, però, l'energia di Milano ha permesso ai padroni di casa di mettere le mani su una partita condotta praticamente sempre. 

Ora l'attenzione si sposta sul Taliercio, dove tra 48 ore si vivranno minuti incandescenti. Gara 6, infatti, diventa il classico match "win or go home" per la Reyer. Quelli che gli atleti "veri" sognano sempre di disputare. Il palasport mestrino sarà di sicuro un fattore, perché tutti in laguna sperano di arrivare alla "bella" del Forum, dove tutto può succedere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento