menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
© Ansa

© Ansa

Modena sfrattato dal Braglia per inadempienze, il Mestre vince a tavolino 0-3

Non si è nemmeno disputata la sesta giornata di campionato nel capoluogo emiliano, come ampiamente previsto. La rabbia dei tifosi gialloblu, cori di protesta e manifesti

Cori e striscioni davanti allo stadio Braglia dove oltre 300 tifosi si sono dati appuntamento per protestare contro l'attuale proprietà del Modena Calcio, che milita in Lega Pro. La squadra si è comunque presentata in viale Monte Kosica davanti all'impianto dove alle 18.30 era prevista, e in calendario, la partita contro il Mestre, pur sapendo di non poter entrare dentro allo stadio di casa a seguito dello 'sfratto' sancito da diversi giorni dall'amministrazione comunale modenese, a seguito delle "gravi inadempienze" avvenute durante la gestione del club da parte dell'attuale patron Antonio Caliendo.

Vittoria a tavolino

La partita, come ampiamente annunciato ed inevitabile, è finita 0-3 a favore della squadra ospite. Una situazione che ha scaldato il tifo gialloblù, che, circondato dalla polizia, ha sfogato la propria rabbia con cori e striscioni davanti al Braglia. La sconfitta a tavolino sarebbe la sesta in sei gare per un Modena Fc sempre più fanalino di coda in classifica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento