rotate-mobile
Sport

Dopo l'argento nel concorso generale, l'Italia fa incetta di medaglie in coppa del mondo

La ginnastica italiana conclude la prestigiosa kermesse tedesca con il pieno di Medaglie

La ginnastica italiana conclude la prestigiosa kermesse tedesca di Stoccarda con il pieno di Medaglie. In una manifestazione di caratura tecnica elevata, tutte le migliori nazionali europee e d’oltre oceano si sono sfidate in un torneo spettacolare.

Risultati

Mancavano le grandi Giappone, Cina e Russia ma c’erano USA, Canada, Francia, Spagna, Gran Bretagna e le nazioni del resto d’europa. L’italia ha fatto la sua parte conquistando il bronzo al Cavallo con Maniglie con Yumin Abbadini ed il bronzo alle Parallele con Lorenzo Casali. Grande prova per il gioiello della SPES Nicolò Mozzato che si è portato a casa l’argento al volteggio ed il bronzo alla sua sbarra. Fallita per un errore invece la medaglia al Corpo Libero. Mozzato solo un anno fa era alle prese con l’infortunio alla spalla che lo ha tenuto fuori dalle gare per parecchio tempo. Mozzato in quel periodo ha continuato a lavorare non smettendo mai di allenarsi fin dove poteva ed i risultati di questi giorni premiano la sua fatica. Il concorso generale di venerdi valeva per stilare la classifica dei migliori 6 atleti per ogni attrezzo. Mozzato ne aveva ‘prese’ 3 su 6. Al volteggio, partiva con il 6° punteggio e con il suo salto, doppio avvitamento e mezzo in avanti e con il Roche, ribaltata doppio salto avanti, presentato per la prima volta in campo internazionale, a sorpresa è riuscito a conquistare l’argento con il punteggio di 14,233. Al primo posto l’americano Kohi young autore di un grandissimo 14,916 mentre al terzo posto si è piazzato il canadee Felix Dolci. Al corpo libero Mozzato è caduto nelle prime due diagonali segno che le gambe erano affaticate. Poco male perché alla sbarra, dove la spalla viene sollecitata non poco, è riuscito a mettersi al collo il bronzo con il punteggio di 13,466 che poteva essere aumentato se non commetteva una leggera indecisione in un movimento che gli ha precluso il gradino più alto del podio. L’oro è andato al tedesco Horr (13,833), mentre l’argento al canadese Dolci (13,766). Giornate memorabili per il gioiello della SPES che solo ieri ha saputo che la prossima settimana partirà per Baku dove dovrà disputare un'altra prova di coppa del mondo per sostituire il suo ‘fratellino’ Stefano Patron che in settimana ha dovuto fare i conti con un infortunio al cavallo con maniglie in allenamento. Un altro intoppo per l’altro giovane gioiello della SPES che però non gli precluderà il percorso verso gli europei di agosto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l'argento nel concorso generale, l'Italia fa incetta di medaglie in coppa del mondo

VeneziaToday è in caricamento