rotate-mobile
Sport

Mazzon attende Montegranaro: "Nel match la testa farà la differenza"

Il coach orogranata prima della partenza della squadra per Ancona dove oggi affronterà la Fabi Shoes: "Ci servono altri sei punti in campionato, a quel punto vedremo a cosa ambire"

La stanchezza fisica sarà una variabile importante, certo, ma è la testa che farà la differenza nell'ultima parte del campionato della Reyer. Ne è convinto l'allenatore Andrea Mazzon, alla vigilia della partita in trasferta contro la Fabi Shoes Montegranaro. La sconfitta casalinga contro l'Angelico Biella pesa, soprattutto perché ora la squadra dovrà dimostrare di sapere non "sbagliare" due partite di fila.

 

Sarebbe un passo indietro troppo pesante dal punto di vista della mentalità. Per questo il coach orogranata punta tutto sulla forza mentale, più che fisica: "Siamo ancora inesperti per questi livelli - spiega - e noi stiamo producendo un immenso sforzo per mantenerci sempre all'altezza. L'abitudine a vincere non si impara subito". Quindi si parte dai fondamentali domani: "Dobbiamo perdere pochi palloni e puntare molto sul ritmo".

 

Ciò anche per evitare i blackout offensivi di cui la squadra qualche volta cade vittima. La classifica comunque continua a sorridere, e molto. Ma, secondo Mazzon, bisogna ancora stare in guardia: "Ci servono sei punti, poi capiremo a cosa potremo mirare. La classifica attuale non ci dà ancora certezze", coclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mazzon attende Montegranaro: "Nel match la testa farà la differenza"

VeneziaToday è in caricamento