rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Sport Sant'Elena

Il destino dell'Unione è "nomade" La finale non si giocherà al Penzo

La commissione provinciale di vigilanza non ha dato l'ok per il match del 16 giugno col Monza. Dove si andrà a disputare la partita decisiva?

In casa ma in trasferta. E' il destino dell'Unione Venezia per i playoff promozione della Lega Pro 1. Il "fortino" del Penzo, infatti, continua a essere inagibile per la squadra e i tifosi arancioneroverdi. A certificarlo ufficialmente la commissione provinciale di vigilanza riunitasi stamattina a Venezia.

Le torri dell'impianto continuano a essere danneggiate, quindi non è arrivato alcun nulla osta in vista del match di finale contro il Monza del prossimo 16 giugno. Nessuna sicurezza sul fatto che tutto possa tornare in ordine in tempi utili. Si andrà ancora a Portogruaro? Difficile saperlo per ora. Di certo, però, la società sta sondando le varie possibilità sul tavolo. Quella tra dieci giorni sarà una giornata di fuoco per i supporter arancioneroverdi.

"Questa vicenda diventa la goccia che fa traboccare il vaso - dichiara in una nota il gruppo del tifo organizzato Curva Sud Venezia Mestre - vista la costante mancanza di un impianto sportivo adeguato alla storia e al blasone della nostra amata squadra. Verrà così meno il calore e l'aiuto necessario per questa partita fondamentale". Il tifo organizzato si scaglia quindi contro la Giunta comunale: "Non si è mai interessata di questo problema - dichiara il gruppo - Anzi si è opposto come in passato a tutti i precedenti progetti riguardanti il nuovo stadio o alla ristrutturazione del Penzo. Lo stadio - conclude - è il principale luogo di aggregazione sociale, ed è per questo motivo che l'amministrazione comunale dovrebbe impegnarsi a far sì che il nostro comune, che conta oltre 260mila abitanti, possa godere di un impianto sportivo degno della nostra città, e non solo continuare con false promesse che hanno portato all’attuale incresciosa situazione".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il destino dell'Unione è "nomade" La finale non si giocherà al Penzo

VeneziaToday è in caricamento