rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Sport

Non chiamatela più "favola Reyer": gli orogranata sono una solida realtà

L'Umana batte in trasferta Casale Monferrato 85 a 90 nel remake della scorsa finale di Legadue. Ora Venezia si trova al secondo posto. Mazzon: "Una delle nostre migliori partite della stagione"

L'Umana Reyer sbanca il campo di Casale, conquista la quindicesima vittoria e la matematica certezza della salvezza. Ancora una volta gli orogranata dimostrano di crederci fino alla fine uscendo vincitori da un'autentica battaglia.

"Sapevamo che era una partita importante per entrambi - il commento di coach Mazzon - Sapevamo che Casale ci avrebbe messo in difficoltà. Non hanno mai mollato e sono sempre stati attaccati alla partita. Siamo contenti che abbiamo battuto un'avversaria cosí. Da parte nostra abbiamo cercato in tutti i modi di non lasciare andare la Novipiù. Abbiamo commesso degli errori nella prima parte peró abbiamo sempre continuato a giocare di squadra. Come intensità è stata secondo me una delle migliori partite della serie A. Credo che questa vittoria sia l'immagine di tutto il lavoro che stiamo facendo con la squadra e con lo staff. E la lucidità con cui i ragazzi hanno gestito certe situazioni è frutto di questo lavoro".

A sorpresa tra i 12 c'é Tommaso Fantoni che rientra dopo l'intervento alla schiena e che viene premiato dal presidente di Casale per i suoi trascorsi in rossoblu.

Casale parte con la determinazione della squadra che sa di giocarsi le ultime chanche di permanenza in serie A. Dopo 2' entra in campo Fantoni. L'Umana perde troppi palloni in attacco e al 3' Casale é sul 9-2. Il time out di Mazzon non porta particolari benefici e i piemontesi vanno sul +10. Interrompono il digiuno Szewczyk e una tripla di Clark e un canestro di Slay (14-9). Casale però trova sempre l'uomo libero sul perimetro e si riporta a distanza (20-11). Girandola di cambi per Mazzon che rivoluziona il quintetto già nel primo periodo (22-20 con 5 punti di fila di Bowers).

La tripla di Rosselli apre il secondo periodo (24-23). Con grande aggressività difensiva, una bomba e due liberi di Malaventura, Casale si riallontana (31-23 al 12'). Clark (12 punti per lui a metà gara) sembra sentire la partita ma il divario non diminuisce. La tripla di Young vale il -5 (35-30). Ma subito Casale risponde con la tripla di Hukic. E' allora di Clark la bomba del -3. L'Umana arriva anche al -2 con Young ma Casale trova sempre fallo quando entra nell'area orogranata. Per fortuna della Reyer i padroni di casa non capitalizzano tutti i liberi a disposizione. Il secondo quarto si conclude cosí sul 44-41 con Clark che vorrebbe il fallo sull'ultima sua azione.

A metà partita le statistiche parlano di 14 falli fischiati all'Umana Reyer contro i 9 sanzionati a Casale per un totale di 17 liberi tirati dai padroni di casa contro i soli 4 dell'Umana. Decisamente troppe invece le 11 palle perse dagli orogranata.

La gara riparte nel segno di Shakur (49-43).
L'Umana risponde ma non riesce mai ad agganciare i padroni di casa. Fantoni realizza il -1 con due liberi ma risponde subito Malaventura da tre. Il sorpasso arriva al 25' con la tripla di Rosselli (54-55). Ma dura un attimo perchè Casale risponde subito (58-55). A 2'14" dalla lunetta ancora Rosselli firma il nuovo sorpasso (58-59). Casale però ci crede e risponde colpo su colpo senza disunirsi. E' Bowers a risultare efficace per l'Umana ma il terzo quarto si chiude a vantaggio di Casale (64-63) grazie al fallo sanzionato a Fantoni (il quarto per lui) a 2" dalla sirena.



L'ultimo quarto si apre con il quarto fallo anche per Szewczyk. Poco dopo arrivano anche secondo fallo e tecnico per proteste a Slay. Casale ne approfitta portandosi sul 68-63 a 8'50" dal termine. La tripla di Meini sbroglia la matassa (68-66) ma Stevic ha vita facile sotto le plance con i lunghi orogranata gravati di falli. La tripla di Clark vale il -1 il contropiede di Slay il sorpasso (72-73). E' una lotta di nervi. A 1'30" dal termine con il punteggio in parità Young fa 0 su 2 dalla lunetta mentre Minard trova in transizione la bomba del +3. Risposta immediata dell'Umana con Clark che trova la tripla dell' 82-84 a 55" dal termine. L'Umana si porta sul +4, Casale non molla. Ma svetta due volte Szewczyk a recuperare rimbalzi quando Casale sbaglia. L'Umana si ritrova così sul +5 a 14" dalla fine ed è il break decisivo.

 

Novipiù Casale Monferrato - Umana Reyer 85-90
Parziali: 24-20; 44-41; 64-63

Novipiù Casale Monferrato: Malaventura 9, Gentile 4, Hukic 8, Pierich 3, Martinoni 4, Chiotti 9, Temple 10, Stevic 15, Ferrero, Shakur 15, Minard 8. All. Valentini

Umana Reyer: Clark 22, Allegretti ne, Causin ne, Slay 12, Szewczyk 14, Meini 3, Young 10, Fantoni 2, Bowers 17, Rosselli 10, Magro, Bryan. All. Mazzon

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non chiamatela più "favola Reyer": gli orogranata sono una solida realtà

VeneziaToday è in caricamento