Pallanuoto serie B mestrina riesce solo ad arginare il forte Bergamo nell'ultima del girone di andata

Terza sconfitta per la Mestrina: l'ultima di andata ricompatta la classifica.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

"L'ultima partita del Girone di Andata di Pallanuoto serie "B" ha riservato non poche sorprese, vivacizzando notevolmente un campionato estremamente interessante ed equilibrato: inaspettatamente infatti la "corazzata PN Como" (finora imbattuta) è stata costretta al pareggio in casa col Geas Milano e proprio il Bergamo - vincendo a Vicenza con la Mestrina - ne ha approfittato avvicinandosi ad un solo punto dalla capolista.Ben due pareggi poi, assieme alla prima vittoria dell'Aquaria a spese del Modena, hanno "compattato" la classifica nella parte bassa del campionato e prospettando un Girone di Ritorno "scoppiettante" e crediamo molto avvincente Pur sconfitta sabato per 5 ad 8 dall'esperta squadra bergamasca (costretta a venire a Vicenza priva di alcuni giocatori di rilievo) la Mestrina vede peraltro consolidarsi la propria posizione al 4° posto e si delineano discrete condizioni per disputare, in relativa tranquillità, un discreto girone di ritorno. Da rilevare che la formazione biancoazzurra è stata diretta sul piano vasca dal giovane tecnico Antonio Scafuri (Edward Andrei era stato squalificato a Milano) che ha svolto bene, con ordine e precisione il proprio ruolo, sfiorando addirittura una rimonta che sembrava alla portata della nostra formazione. Il commento del presidente Diego Vecchiato "La sconfitta era un risultato onestamente già preventivato, anche se forse si poteva approfittare di alcune situazioni oggettivamente favorevoli ed essere maggiormente reattivi in difesa, specialmente al primo tempo, frazione il cui parziale (0-4) ha poi condizionato pesantemente l'intero risultato. In generale devo però fare un plauso ai miei giocatori per un ottimo Girone di Andata, soprattutto considerando che molti atleti affrontavano per la prima volta questa categoria dove l'esperienza conta moltissimo nelle gestioni delle partite". Nella dinamica dell'incontro come ricordato, è stato molto penalizzante il doversi trovare sul 0-4 alla fine della prima frazione di gioco con ben 2 Superiorità Numeriche (su 3) trasformate in velocità e precisione dai lombardi. Nel proseguo della partita (2° e 3° tempo) la difesa bianco-azzurra riusciva a contenere meglio gli attacchi avversari e cercava di costruire azioni di attacco, anche se queste venivano per lo più finalizzate con soluzioni dalla media distanza. La panchina un po' corta dei giocatori in maglia nera ed un po' di stanchezza nelle loro file si faceva peraltro sentire nella terza e quarta frazione (importante anche la somma di falli in capo all'esperto Tecnico e Giocatore Giovanni Foresti che ha dovuto intervenire più volte come "tecnico" per compattare il proprio gruppo, in difficoltà); è qui che Mestrina non ha saputo approfittare appieno della situazione di relativo vantaggio ed ha commesso alcuni errori di troppo. Il risultato peraltro di 2-6 a metà gara si era portato, all'inizio della 4^ frazione, sul 5 a 7 con appunto la squadra ospite che non riusciva più ad essere efficace ed era costretta a tirare dalla media-lunga distanza, con soluzioni che venivano ben neutralizzate dall'ottimo portiere Andrea Negro. "E' qui che, con 7' e 40" da giocarsi, qualche pensierino per una rimonta veniva "cullata"- è il pensiero del "past president Pagan" - ma dove forse un po' di paura di sbagliare di Mestrina e sicuramente una maggiore esperienza del Bergamo si sono alla fine imposte: molte le azioni non ben finalizzate ed alla fine, su una Inferiorità numerica patita, è arrivato il gol del 5-8 che di fatto sanciva il definitivo esito dell'incontro" Ma non ci sarà molto tempo per pensare a questo incontro: Sabato prossimo, 25 Marzo, Mestrina giocherà ancora a Vicenza (inizio incontro alle ore 19.00) la prima del Girone di ritorno contro il MODENA: l'incontro dovrà prepararsi molto bene e trovare subito un atteggiamento di riscatto, determinazione e voglia di prevalere. Si raccomanda la presenza di appassionati per sostenere la squadra dagli spalti".

Torna su
VeneziaToday è in caricamento