Pallanuoto serie c: Mestrina continua a volare e vince anche in casa del Verona

Mestrina Nuoto continua la sua cavalcata in testa alla classifica del campionato di serie C

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

La squadra della Mestrina di PALLANUOTO ha vinto ancora (ad oggi 14 sono le vittorie contro 2 sole sconfitte nel campionato di serie "C"); si è imposta infatti in una delicata partita esterna, quella contro la R.N. Verona, con 4 lunghezze di vantaggio. Praticamente l'incontro si é svolto "in notturna" (21,30 l'orario) e ciò ha favorito la nostra compagine che poteva contare su una superiore presenza di pubblico, partito da Mestre per sostenere il proprio gruppo in questo bellissimo fine-campionato .
9 a 13 è stato il risultato finale costruito passo a passo lungo tutta la durata dell'incontro, nel quale Mestrina ha dimostrato già buona maturità e pragmatismo.
Oltre a ciò i ns. atleti avrebbero potuto segnare ancora; infatti lungo tutta la partita hanno creato molte altre occasioni da gol e solo per pochissimo non sono riusciti a chiudere a rete.

Il presidente Diego VECCHIATO era decisamente contento per il risultato e la qualità del gioco espresso. Davanti ad una pizza, condivisa con tutta la squadra subito dopo l'incontro, ha infatti detto: "Questa sera ho rivisto la concentrazione e la velocità che avevano caratterizzato molte delle partite della Mestrina lungo tutto il girone di andata; anche se vi sono stati ancora alcuni errori fatti in fase conclusiva, credo proprio che i ragazzi "sentano" l'importante momento rappresentato dalle ultime fasi del Campionato e vogliano esprimere il loro migliore gioco per "chiudere in "bellezza". Tra l'altro, mentre la R.N. Verona ha avuto principalmente nel forte Formenti il proprio continuo punto di riferimento (6 dei 7 gol portano la sua firma pur dovendo lasciare la vasca al 3° tempo per somma di falli) la forza della Mestrina si è anche questa volta espressa nel migliore gioco di squadra espresso, che ha portato ben 6 giocatori a segnare da diverse posizioni. Ottima anche la percentuale di superiorità numeriche sfruttate sia nell'incontro (75%) che nel cumulato delle 16 partite fatte (46%). Anche le inferiorità numeriche, che, ricordo, rappresentano la capacità della difesa di "contenere" gli avversari quando questi giocano per 20" con un "giocatore in più") sono buone (33% nella giornata e 33% nel cumulato). Ora possiamo affrontare le ultime 2 partite con molta più tranquillità; sono indubbiamente più abbordabili e ,senza perdere la concentrazione, ci aspettiamo altri due belle affermazioni"

Sull'andamento della partita, per la verità in equilibrio fino al terzo tempo, si può sottolineare che Mestrina ha da subito preso in mano le redini del gioco ed ha costretto la R.N. Verona a rincorrere il risultato parziale: molto belli, nella prima frazione, sia la prima segnatura realizzata da Marco Zecchini su assist dalla destra di Dorin Condrat ed il secondo gol concluso "di forza" da Alessandro Rivola, rivelatosi anche in questa partita il miglior realizzatore della squadra (4 reti).

Secondo tempo ancora giocato con veloci "cambi di fronte" e Mestrina che arriva anche ad essere "sopra" di tre gol (4-7). Da segnalare in questa frazione forse il miglior gol della partita dal punto di vista tecnico e di squadra: in un contrattacco dei "biancoazzurri", bel disimpegno al centro di Mattia Scarpa con successivo passaggio al giovane Pietro Mazzega che non ci pensa due volte e, vedendo al centro Alessandro Rivola, gli consegna un preciso pallone che l'attaccante "chiude in gol", al volo e di prima intenzione (si ha quando un giocatore si alza bene dal "pelo dell'acqua" e, sempre restando in alto, con un solo movimento fra ricezione e tiro in porta, realizza sorprendendo il portiere nella velocità dell'esecuzione).
Nella terza frazione la R.N. Verona cerca di rimontare i due gol di svantaggio (si era sul 5-7) ma Mestrina, attenta a ben sfruttare le superiorità numeriche e con Zecchini e Rivola mantengono il vantaggio e chiudono sul 7-9.

E' nell'ultima frazione che la migliore freschezza degli "ospiti ed un certo calo anche psicologico della R.N. Verona (avevano perso il loro miglior marcatore Formenti) fanno sì che il divario si accentui e l'incontro si chiuda sul 9 a 13 per la Mestrina.

Torna su
VeneziaToday è in caricamento