menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Ciamillo

Foto Ciamillo

Non riesce il colpaccio per la Reyer Venezia: la serie con Pistoia continua fino a gara 4

Mercoledì in Toscana gli orogranata cedono di fronte ai padroni di casa, nonostante un avvio con un 4 su 4 da 3 punti. La maggiore voglia della The Flexx alla fine si è rivelata vincente

Il PalaCarrara si conferma campo ostico e l’Umana Reyer non riesce a chiudere la serie dei quarti in gara-3: la The Flexx si porta sul 2-1 nella serie, grazie all’89-75 finale, e si tornerà a giocare a Pistoia venerdì per gara-4. Ortner torna tra i dodici (al posto di Hagins) e anche in quintetto, con Haynes, Tonut, Bramos e Peric. In avvio, la partita è subito molto fisica e gli orogranata perdono qualche palla di troppo, anche se infilano quattro triple su quattro tentativi (Haynes, Peric, Bramos e ancora Peric) e al 3’30” è così 5-12. Peric arriva a 9 punti personali e Haynes mette la quinta tripla su cinque, con l’Umana Reyer che doppia Pistoia (9-18) subito dopo metà quarto. L’attacco veneziano perde però ritmo e la difesa la giusta intensità, così la The Flexx torna avanti (20-18) al 7’30” con un parziale di 11-0. Bramos torna a muovere il punteggio con un 1/2 dalla lunetta e apre il nuovo break orogranata di 2-6, con la tripla finale di Viggiano che vale il 22-24 al primo intervallo breve.

Il parziale veneziano diventa 0-7 con Batista in apertura di secondo quarto per il 22-26, poi due contropiede toscani con Moore protagonista riportano la situazione in parità a quota 26 al 12’. Jenkins ridà il vantaggio a Pistoia, anche se la partita resta in equilibrio: 30-30 a metà periodo. Un break toscano di 8-0 regala alla The Flexx il massimo margine (36-30) al 16’, con la pronta risposta di Bramos dall’arco. Peric è il primo a raggiungere la doppia cifra, ma sbaglia qualche libero di troppo (2/6) e questo, unito alle 14 palle perse dall’Umana Reyer nei primi 20’, consente alla The Flexx di andare all’intervallo lungo sul nuovo massimo margine: 41-34 grazie alla tripla finale di Boothe.

Il secondo tempo si apre con il canestro di Magro, a cui risponde Ortner, che però spende subito il terzo fallo, concedendo a Moore un gioco da tre punti per il primo vantaggio in doppia cifra: 46-36 al 22’. L’Umana Reyer non riesce ad avvicinarsi sotto i sette punti di ritardo e Pistoia arriva così anche a +12 (dal 52-40 del 24’ al 60-48 del 28’30”), con una fiammata di capitan Ress (stoppata su Magro, tripla e recupero difensivo) che consente di completare nell’ultimo minuto un minibreak di 0-5 aperto da Ejim, per il 60-53 all’ultimo intervallo breve.

Grazie a una tripla di Bramos costruita con ottima circolazione, al 31’ gli orogranata tornano a -6 (62-56), ma poi pagano la ventesima palla persa e il nuovo 0/2 dalla lunetta di Peric (3/10 personale e 5/14 di squadra), tornando ad avere un ritardo in doppia cifra. L’ultimo vero sussulto è una tripla di Tonut per il 69-62 al 34’, con Magro che si erge a protagonista e Pistoia che arrotonda sempre più il massimo margine, fino all’85-68 al 38’. Nel garbage time l’Umana Reyer lima parzialmente il ritardo, ma l’incontro finisce 89-75.


THE FLEXX PISTOIA - UMANA REYER VENEZIA
Parziali: 22-24; 41-34; 60-53
The Flexx: Petteway 26, Okereafor, Antonutti 6, Solazzi, Lombardi 8, Di Pizzo, Crosariol 4, Magro 11, Jenkins 10, Moore 11, Boothe 13. All. Esposito.
Umana Reyer: Haynes 8, Ejim 5, Peric 15, Stone 2, Bramos 13, Tonut 7, Groppi ne, Filloy 2, Ress 3, Batista 13, Ortner 2, Viggiano 5. All. De Raffaele.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento