menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Ciamillo

Foto Ciamillo

Missione compiuta: la Reyer espugna Pistoia e approda alle semifinali scudetto

E' il terzo anno consecutivo che gli orogranata disputano il penultimo atto del campionato. Ora se la vedranno con Avellino. In gara 4 incertezza all'inizio, poi l'Umana se ne va

E’ semifinale. L’Umana Reyer riesce a espugnare il PalaCarrara 79-92 e chiude la serie dei quarti in gara-4 con una prova di grande solidità. Nelle rotazioni degli stranieri stavolta finiscono in tribuna Batista e Hagins, con l’esordio di McGee nei playoff (anche se partendo dalla panchina, visto che il quintetto iniziale vede Haynes, Tonut, Bramos, Peric e Ortner). La partenza degli orogranata è praticamente perfetta: 0-8 dopo 1’, 3-15 dopo 3’, 6-20 a metà quarto, con gran precisione al tiro (7/8 dal campo dopo 3’30”) e una difesa intensa, che porta a casa recuperi e contropiede, senza spendere falli per più di 7’. A tenere in piedi Pistoia è il solo Petteway (11 punti su 11 nell’11-20 al 7’), ma l’Umana Reyer torna a +13 all’8’30” (15-28) con la tripla di Peric, quarta a segno su cinque tentativi di squadra. Ma la The Flexx non è mai morta e chiude il quarto con un break di 8-0 per il 23-28.

L’inerzia continua favorevole ai toscani in avvio di secondo quarto, fino al 27-28 dell’11’. Crosariol fallisce in maniera clamorosa il primo pallone per il sorpasso sul 29-30 al 12’30”, poi si riaccende Haynes dall’arco e al 13’30” è così 31-36. Pistoia riesce comunque a mettere la freccia giusto a metà periodo con Jenkins (37-36), anche se le triple di Bramos e Ress spingono Esposito a chiamare time-out al 16′ sul 39-42. La partita resta in equilibrio, con due minibreak orogranata per il 44-48 al 18’ e poi il 47-51 all’intervallo lungo.

Coach De Raffaele ripropone al rientro in campo lo stesso quintetto iniziale e, nonostante il terzo fallo speso subito, Ortner dà un ottimo contributo, sia in difesa (dove l’Umana Reyer trova la giusta intensità) che in attacco (dove la circolazione e la pazienza permettono di costruire ottimi tiri), trovando il canestro del 50-59 al 22’30”. Pistoia prova la zona, ma riesce ad avvicinarsi solo fino al 56-62 subito dopo metà quarto. Capitan Ress mette l’undicesima tripla di squadra (su 19 tentativi), poi Filloy mette cinque punti di fila ed è 59-72 al 38’30”. Nel finale di quarto, McGee porta a casa un paio di falli ed è glaciale dalla lunetta, così si va all’ultimo intervallo sul 66-76.

Ancora McGee inaugura l’ultimo quarto, in cui inizialmente si segna poco, ma l’Umana Reyer mantiene il vantaggio sempre in doppia cifra. L’ultimo tentativo di una Pistoia che comincia a sentire la fatica è il 73-82 di Magro al 36’, ma, com’è giusto, è l’mvp Haynes, con sette di fila, a chiudere i giochi sul 73-89 al 38’, con la tripla di Bramos al 39’ per il massimo vantaggio (75-92) e Pistoia che lima solo parzialmente in garbage time per il 79-92.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento