rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Sport

Super Reyer contro l'Armani: Milano battuta, gli orogranata chiudono 69-63

Con una prestazione maiuscola i ragazzi di coach De Raffaele battono la capolista

Con una grandissima prestazione di squadra e una difesa che ha saputo imbrigliare al meglio le potenzialità della capolista, l’Umana Reyer batte 69-63 l’AX Armani Exchange Milano nel ritorno al Taliercio dopo oltre un mese e mezzo. 

Primo tempo

Senza Bramos e Possamai, Vidmar recupera ed è tra i dodici (fuori Fotu), con Clark, Tonut, Chappell, Stone e Watt in quintetto. Parte meglio Milano (0-6 al 3′), poi Chappell sblocca gli orogranata con un contropiede da recupero. Il punteggio resta basso (4-8 a metà periodo con Clark) e dal 4-10 al 5’30” l’Umana Reyer infila un parziale di 9-2, sfruttando la difesa, l’ottimo ingresso in campo di Vidmar e Daye e le fiammate di Tonut: il primo vantaggio arriva al 7’30” (13-12), poi sfruttando un antisportivo fischiato a Mazzola, Leday concretizza il 13-16 al primo intervallo. L’Armani Exchange torna a +6 in avvio di seconda frazione (13-19), ma l’inerzia si sposta in orogranata: un gioco da tre punti di Chappell, il canestro di Daye e la tripla di Campogrande valgono l’8-0 per il nuovo sorpasso (21-19 all’11’30”), con il massimo margine che viene aggiornato sul 26-21 dalla tripla di Chappel al 13′. La risposta milanese è un controbreak di 2-8, sul quale coach De Raffaele chiama time out a metà periodo (28-29). Nonostante un terzo fallo dubbio fischiato in attacco a Stone, alla ripresa del gioco Watt riporta avanti l’Umana Reyer (30-29 al 16’30”) ed è sull’asse tra il numero 50 e Clark che arriva il nuovo allungo: 37-32 al 19’30”, poi limato dagli ospiti sul 37-34 al rientro negli spogliatoi.

Secondo tempo

Nei primi minuti del secondo tempo arriva solo un canestro (37-36 di Tarczewski al 21’30”) e tanti falli: Milano spende il bonus dopo 3′, l’Umana Reyer dopo 4′, ma dopo aver ripreso il +5 con Tonut e Chappell (41-36). Si resta comunque in bilico: 41-40 a metà quarto, poi c’è il nuovo tentativo di allungo orogranata: 46-42 al 26′ e nuovo massimo margine al 27′ (50-44) con la tripla di Daye su cui la panchina ospite chiama time out. Milano riesce ancora una volta a limare fino al 52-50 al 29’30”, con Clark che chiude il periodo, dopo il time out di coach De Raffaele, sul 54-50. La partita resta intensissima, con la prevalenza delle difese sugli attacchi. De Nicolao risponde da 3 al canestro di Micov (57-52 al 32’30”), Watt spende il quarto fallo, ma l’Umana Reyer riesce ad allungare fino al +7: 63-56 al 36’30”. Punter prova a caricarsi Milano sulle spalle, subendo falli e colpendo dalla lunetta (63-60 al 37’30”) così la schiacciata di Watt al rientro in campo è liberatoria: 65-60 al 38′. Nonostante il quinto fallo, in attacco, di Daye, l’Umana Reyer riesce a mantenere il vantaggio e, anzi, sull’antisportivo di Punter sul contropiede di Tonut, la partita si chiude virtualmente a 1′ dalla fine, quando Watt fa 69-61. La schiacciata di Shields vale infatti solo per le statistiche: è 69-63 il punteggio finale.

Parziali: 13-16; 37-34; 54-50

Umana Reyer: Casarin, Stone, Tonut 8, Daye 14, De Nicolao 3, Campogrande 3, Vidmar 4, Clark 10, Chappell 15, Mazzola, Cerella ne, Watt 12. All. De Raffaele.
AX: Punter, Leday 11, Moretti ne, Micov 5, Moraschini 8, Roll 2, Tarczewski 8, Biligha, Cinciarini 2, Shields 8, Brooks 2, Wojciechowski 4. All. Messina

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Super Reyer contro l'Armani: Milano battuta, gli orogranata chiudono 69-63

VeneziaToday è in caricamento