La Reyer schianta Brindisi e vince la Coppa Italia: solidità e difesa il segreto dell'Umana

Gli orogranata chiudono 67-73 concedendo solo il 30% di tiro agli avversari

La Reyer dopo aver battuto Armani in una grande semifinale va a Pesaro per affrontare Happy Casa Brindisi.

Primo tempo

In un inizio difficile con partenza a diesel, un ottimo Stefano Tonut trascina i suoi prima con una magia facendo sparire la palla dietro la schiena e andando a canestro e poi con due ottimi tiri da tre. Una Reyer più in palla che arriva anche al 13-0 con Brindisi decisamente in difficoltà capace di perdere anche quattro palle. La bella di Tonut chiude il primo quarto sul 18-8. Nel secondo quarto percentuali basse con Brindisi che raggiunge anche il -5 e nonostante la realizzazione dello specialista da tre Mazzola Happycasa recupera terreno e chiude sul 34-30.

Secondo tempo

Tornano a macinare punti gli orogranata grazie in particolare alle giocate di Watt che ricacciano una pericolosa Brindisi a -10. Risponde l'Happy Casa con Sutton ma Bramos mantiene le distanze. Una miriade di falli fischiati alla Reyer consentono a Happy Casa di spezzare il ritmo e cercare di avvicinarsi all'Umana. Uno su due di Zanelli per il 50 a 43, Chappell non azzecca sulla sirena la tripla e si resta avanti sul +7. Nell'ultimo quarto il tiro da tre di riapre il Match ma Daye dalla lunetta riporta al +6 rassicurante vantaggio ma Gaspardo indovina i tre punti. Chappell infila da tre. Colpo su colpo ancora Campogrande per accorciare al +4. Ci pensa Watt a 05'32'' e Daye a fare canestro da tre e riportare Venezia sul +9. Tonut si riaccende e firma il +12. Ma Brindisi esaurisce il suo slancio, la Reyer ha il merito di mantenere la concentrazione arrivando al +14. Brindisi recupera con un 10-0. Venezia a -1'32'' pare mollare un po'. L'errore di Martyin permette alla Reyer di respirare dopo che Watt si mangia il canestro dell'ossigeno. E sul finale è Daye che la chiude con un canestro da tre. Ottima come sempre la difesa orogranata che nel finale blocca ogni velleità brindisina. Gli orogranata chiudono 67-73 concedendo solo il 30% di tiro agli avversari: un miracolo che è il marchio di fabbrica delle vittorie orogranata. De Raffaele felice: «Trofeo dell'umiltà senza proclami. Partita a livello difensivo di altissimo spessore. Felice per i tifosi e per la società.» Brugnaro felice ha in particolar modo dedicato la vittoria a Venezia colpita dall'acqua alta e ai veneziani.

Parziali: 8-18; 30-34; 43-50

Happy Casa: Brown 3, Banks 27, Martin 5, Sutton 5, Zanelli 7, Guido ne, Gaspardo 8, Campogrande 6, Thompson 6, Cattapan ne, T. Stone, Ikangi ne. All. Vitucci.
Umana Reyer: Casarin ne, J. Stone, Bramos 12, Tonut 13, Daye 13, De Nicolao 5, Filloy, Vidmar, Chappell 7, Mazzola 6, Cerella, Watt 17. All. De Raffaele.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento