rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Sport

Venezia soffre nel pitturato ma alla fine "mata" la Otto Caserta

Finale palpitante ieri sera al Palaverde. Alla fine però gli errori ai liberi della squadra campana permettono alla Reyer di esultare per il settimo posto in classifica

L'Umana Reyer si aggiudica un'altra battaglia e inizia l'anno nel modo migliore. Ma ci vuole una grande dose di determinazione per uscire trionfatori contro una coriacea Caserta che pure se in emergenza vende carissima la pelle. Formazioni da decifrare fino all'ultimo momento. Alla fine Caserta rinuncia a Rose, per il quale è già stato annunciato il sostituto, e deve fare a meno anche di Righetti per il riacutizzarsi del problema al ginocchio. Tra gli orogranata c'è invece Bowers nonostante la botta rimediata a Roma, e per il turnover resta in tribuna Allegretti.

 

PRIMO QUARTO - Ritmi alti fin dall'inizio con entrambe le formazioni che costruscono bene ma non sempre capitalizzano. Gli ospiti si portano in vantaggio a metà del primo quarto (11-17) con un gioco da tre punti di Fletcher. Caserta sfrutta le ripartenze in velocità per punire gli errori offensivi degli orogranata (11-19 a 2'34" dalla prima sirena). Mazzon butta nella mischia Bowers e chiama time out. Il tecnico orogranata dà quindi spazio anche a Meini e Rosselli. Sono proprio le forze fresche a propiziare il 17-20 sul quale finisce il primo quarto.

SECONDO QUARTO - E' straordinario il coast to coast con il quale Rosselli apre il secondo quarto (19-20) dopo un pallone elegantemente recuperato da Bowers in difesa. L'Umana sporca ogni pallone in difesa e realizza con Slay che capovolge la situazione (23-22). Ma ogni minima distrazione viene punita da una coriacea Caserta che ribalta subito la situazione (25-27). Gli arbitri sanzionano tecnico per proteste a Mazzon e il pubblico fa sentire tutta la sua disapprovazione per una serie di decisioni non condivise. Caserta ne approfitta e si porta sul 32-25 al 14'. L'Umana risponde ma gli ospiti pescano bene Smith dentro l'area (29-36). Sale in cattedra Fantoni con 5 punti di fila poi la tripa di Young vale il -1 (35-36 a 2' dall'intervallo). Mazzon getta nella mischia Magro che prova subito a farsi valere dentro l'area con le sue lunghe leve. E l'Umana passa a condurre (39-36) prima di essere riagganciata dalla tripla di Maresca.

TERZO QUARTO - Il terzo quarto si apre con la stoppatona di Slay su Fletcher lanciato verso un facile canestro. Anche Szewczyk diventa produttivo e l'Umana si porta sul +4 (43-39). La partita vive di fiammate, una di queste è la tripla di Clark alla quale risponde subito Doornerkamp (46-44 al 24'). Le due formazioni rispondono colpo su colpo. Smith commette il suo quarto fallo e viene richiamato in panchina da Sacripanti. Clark trova un'altra tripla mentre anche Stepanovic commette il suo quarto fallo (51-47 al 26'30") e Sacripanti chiama time out. L'Umana avrebbe anche l'opportunita di portarsi sul +10 ma sbaglia un facile contropiede. E così va invece a finire che il terzo quarto si chiude sul 55-51.

QUARTO QUARTO - L'ultima frazione è aperta dalla tripla di Meini (58-51) alla quale ancora una volta rispondo gli ospiti con la stessa moneta (58-54). La partita resta in bilico e Doornekamp trova un'altra tripla (62-59). A 6'40" dalla fine Smith confeziona il -1 e a 5' dalla fine Kudlacek realizza il sorpasso. E' di nuovo botta e risposta, ma Caserta beneficia di troppi secondi tiri. In più vengono sanzionati quarto e quinto fallo a Fantoni. Arriva una provvidenziale tripla di Young (70-67) a 2'40" dal termine. Caserta è però sempre lì (70-69). Anche Smith è costretto a uscire per falli a 1'25" dal termine. Va in lunetta Bryan e fa 1 su 2. Dall'altra parte va in lunetta Doornekam che fa altrettanto e l'Umana arriva sul +3 all'ultimo minuto. Collins segna il -1 dalla lunetta, Clark inventa la risposta in penetrazione (75-72) poi Young recupera il pallone con una magata a 24" dalla fine. Caserta ricorre al fallo tattico, Slay fa 0 su 2 e l'Umana manda in lunetta Collins. Anche lui fa 0 su 2, ma Caserta recupera il pallone, fa canestro e subisce fallo. Fletcher sbaglia il libero e manda di nuovo in lunetta Slay a 7" dalla fine sul (75-74). Questa volta lo statunitense non sbaglia e Rosselli recupera il pallone sulla successiva rimessa. La sirena suona mentre il pubblico si stropicciava gli occhi vedendo i 14 punti della nuova classifica della Reyer.

 

TABELLINO

03/01/2012 - Umana Reyer - Otto Caserta 79-74
Parziali: 17-20; 39-39; 55-51

Umana Reyer: Clark 17, Causin, Tomassini ne, Slay 17, Szewczyk 6, Meini 5, Young 16, Fantoni 9, Bowers, Rosselli 6, Magro, Bryan 3. All. Mazzon

Otto Caserta: Rianna ne, Maresca 6, Kudlacek 2, Righetti ne, Marzaioli, Collins 10, Smith 17, Stipanovic 6, Di Monaco, Cefarelli 2, Doornekamp 19, Fletcher 12. All. Sacripanti

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia soffre nel pitturato ma alla fine "mata" la Otto Caserta

VeneziaToday è in caricamento