La Reyer si impone a Cremona: contro la Vanoli gara1 ok con il finale di 80-87

Gli orogranata in gara1 riescono ad espugnare il palaRadi, cosa che non accadeva da gennaio. Sabato gara2

Comincia alla grande la serie di semifinale dell’Umana Reyer: gli orogranata strappano subito il fattore campo alla Vanoli Cremona (che non perdeva in casa da gennaio!), espugnando in Gara1 il PalaRadi per 80-87. Gara2 sempre a Cremona, sabato.

Primo quarto

Torna tra i dodici Tonut (che finalmente tornerà anche in campo), mentre è confermato il quintetto iniziale (Haynes, Stone, Bramos, Mazzola e Watt). Le squadre si controbattono colpo su colpo in apertura (Aldridge-Watt, Diener-Bramos e 4-4 al 2’), con Cremona che prova ad accelerare e l’Umana Reyer a rallentare, in un match di grande qualità e grande correttezza. I padroni di casa provano il primo allungo (12-6) al 3’30”, anche se gli orogranata rispondono con la schiacciata di Watt su assist di Bramos e la tripla del greco (12-11 al 4’30”). Diener è il protagonista dell’avvio della Vanoli, che torna a +6 (19-13) al 6’30”, subito dopo l’ingresso in campo di Tonut. Watt sale a 8 punti personali per il 19-15 e, nonostante un po’ di stanchezza per le scorie della serie con Trento, l’Umana Reyer è a -1 con la tripla di Stone del 19-18 all’8’30” su assist di Tonut. Nel finale di quarto, è Saunders a trascinare Cremona sul 24-20 al primo intervallo.

Secondo quarto

La partita continua a essere molto piacevole, nonostante le molte rotazioni decise dalle due panchine. Stojanovic punisce la zona veneziana con la tripla del nuovo massimo vantaggio (31-24) al 12’ e Ricci risponde ai liberi di Daye per il 33-26 al 13’. Ma gli orogranata, nonostante qualche rimbalzo offensivo concesso di troppo, serrano letteralmente le fila in difesa e Daye (su un’azione costruita con pazienza dal collettivo), Vidmar (schiacciata su assist di Haynes) e Bramos (tripla numero 300 in Serie A su bel cambio di lato di Vidmar) completano un parziale di 2-7 in 3’, con Cremona che segna solo dalla lunetta ed è costretta al time out sul 35-33 al 15’30”. Alla ripresa del gioco, Vidmar conferma l’ottimo momento e impatta a quota 35 al 16’30”, con l’Umana Reyer che continua ad appoggiare ottimamente nel pitturato (12/17 al 19’). Proprio dall’area, De Nicolao ristabilisce l’equilibrio sul 37-37 al 19’, anche se Crawford (a secco fino a quel punto per l’ottima difesa di Stone) si sblocca con la tripla del 40-37 su cui si va all’intervallo lungo.

Terzo quarto 

Il secondo tempo si apre con il canestro di Mathiang, poi Haynes sblocca se stesso e l’Umana Reyer con una tripla, servendo poi a Mazzola l’assist per il pareggio (42-42) al 22’. Stone, sempre super in difesa, si scatena anche in attacco e firma da otto metri la tripla del primo vantaggio orogranata: 44-45 al 23’30”. Crawford risponde subito da 3, ma l’inerzia rimane in mano dell’Umana Reyer: Stone schiaccia in tap-in, Daye ritrova il vantaggio e gli stessi protagonisti completano il parziale di 3-12 in meno di 3’ per il 47-54 al 25’30”. Nonostante il terzo fallo di Stone e il bonus speso da Haynes, Daye allunga ulteriormente (47-56 al 27’): a dare il là alla riscossa della Vanoli è l’ex Ruzzier, che sblocca i padroni di casa dalla lunetta e poi mette la tripla del 51-56 al 27’30”. Cerella risponde segnando da 3 di tabellone, ma il momento è favorevole per Cremona, che ricuce fino al 57-59 al 29’ con un parziale di 10-3. Il quarto si chiude con i liberi di Watt, un canestro di Ruzzier e, nell’ultimo possesso, la tripla dall’angolo di Cerella per il 59-64 all’ultimo intervallo.

Ultimo quarto

Crawford riporta Cremona ad un solo possesso (61-64), ma torna a farsi sentire Watt: schiacciata su assist di Haynes, altro canestro, schiacciata rovesciata in tap-in (dopo il time out di Cremona sul 61-68 al 32’30”), così Haynes può firmare il vantaggio in doppia cifra al 33’ con la tripla del 61-73. Crawford si ricorda di essere stato scelto come mvp del campionato, ma Tonut trova il suo primo canestro (64-75 al 33’30”. Ancora Crawford, ma Watt serve un grande assist per Cerella (66-77 al 34’30”). La Vanoli riesce ad arrivare a -6 (71-77 al 37’30”) sul quinto fallo di Stone, poi Haynes e Diener si rispondono da 3 (74-80 al 38’) ed è sempre una tripla, di Bramos (su assist di Watt), a chiudere virtualmente i conti sul 74-83 al 39’. La difesa orogranata riesce infatti a rubare secondi all’attacco cremonese e, sull’altro fronte, due schiacciate di Watt sigillano la vittoria, con Mathiang che, alla fine, può solo ritoccare il finale sull’80-87.

Parziali: 24-20; 40-37; 59-64

Vanoli: Saunders 14, Sanguinetti ne, Gazzotti 2, Diener 15, Ricci 5, Ruzzier 7, Mathiang 11, Crawford 14, Aldridge 5, Stojanovic 7. All. Sacchetti.

Umana Reyer: Haynes 9, Stone 10, Bramos 11, Tonut 2, Daye 11, De Nicolao 4, Vidmar 8, Biligha ne, Giuri ne, Mazzola 2, Cerella 8, Watt 22. All. De Raffaele.

Potrebbe interessarti

  • Consigli anti stress per il rientro dalle vacanze

I più letti della settimana

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: 23enne recuperato morto

  • Schianto auto-moto, due all'ospedale. Bloccato l'autista, guidava ubriaco

  • Schianto in autostrada, morta una 22enne

  • Incidenti sul Passante: una Ferrari incastrata sotto un camion

  • Scivola e batte la testa, escursionista veneziano portato all'ospedale

  • Un bambino salvato sulla spiaggia a Jesolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento