menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reyer, la sconfitta con Avellino non scalfisce un girone da incorniciare

Il ds Federico Casarin: "La settima posizione con dieci punti di distacco sull'ultima in classifica va oltre ogni più rosea aspettativa, ma il campionato sarà sempre più duro"

L'Umana Reyer ha chiuso il girone d'andata con la sconfitta sul campo di Avellino ma questo certo non vanifica l'ottimo lavoro fatto in questa prima metà di campionato dai ragazzi guidati da coach Mazzon che sono arrivati al giro di boa con 18 punti e al settimo posto in classifica. Un risultato che oltre a far ben sperare in ottica salvezza ha promosso l'Umana Reyer alle Final Eight di Coppa Italia in programma dal 16 al 19 febbraio a Torino.

Gli orogranata incontreranno al primo turno Pesaro, mentre spetterà a Siena decidere, in virtù del primo posto in classifica, se giocare la prima partita il giovedì o il venerdì. A rigor di logica i toscani sceglieranno la prima giornata per poter beneficiare poi di un giorno di riposo, e di conseguenza dovrebbero giocarsi il giorno successivo le due sfide che si trovano nell'altra metà del tabellone ovvero Umana Reyer - Scavolini Siviglia Pesaro e Bennet Cantù - Sidigas Avellino.

L'ANALISI DI CASARIN: "Il risultato della partita di ieri è "particolare" considerato che per larghi tratti è stata una partita ben giocata da entrambe le formazioni, e che fino alla metà del terzo quarto la gara era in equilibrio - è l'analisi del ds orogranta Federico Casarin - c'è stata poi l'espulsione di Bowers che ha inciso particolarmente, senza voler togliere i meriti alla squadra di casa che ha sfruttato bene l'occasione realizzando i tiri liberi a disposizione e trovando sempre più fluidità offensiva quando ha portato l'inerzia dalla sua parte. Brava Avellino a sfruttare al meglio l'occasione, da parte nostra è chiaro che l'infortunio di Clark e l'espulsione di Bowers sono risultati penalizzanti ma nonostante questo la squadra ha continuato a lottare. Faremo tesoro anche di questo tipo di insegnamenti e quando torneremo in campo dovremo avere l'euforia e l'energia per quanto di buono fatto più la rabbia agnoistica e l'umiltà che non devono mai mancare".

IL PRIMO BILANCIO: Nonostante la sconfitta l'Umana Reyer ha chiuso questa prima parte di stagione con un esaltante settimo posto in classifica, 18 punti, un record di 9 vinte e 7 perse e dieci punti di vantaggio sull'ultima in classifica. Un bottino che nessuno si sarebbe atteso all'inizio della stagione. "Il bilancio è sicuramente positivo - continua Casarin - sia per i risultati e sia per molte altre cose. E' positiva infatti la crescita della squadra grazie al grande lavoro dello staff tecnico, come è positiva la crescita della società che ci sta permettendo di essere efficaci e produttivi anche in un campionato di vertice al quale ci siamo affaccianti come neopromossa, grazie sempre agli stimoli che ci dà il presidente e alle energie che investe in questo progetto. Aver riempito con il calore dei tifosi e con il sostegno degli sponsor anche il Palaverde, in attesa di tornare a casa nostra che è il Taliercio, è un altro motivo per cui il bilancio è positivo. Un plauso per questo va anche a tutti quelli che lavorano dietro le quinte per far fronte alle incombenze aggiuntive che comporta il fatto di giocare al Palaverde e per fare in modo che ci siano meno disagi possibili. Senza dimenticare che tutto il progetto sta dando grandi soddisfazioni anche in ambito femminile e giovanile. Dal punto di vista della prima squadra siamo, come detto, consapevoli di aver fatto buone cose ma adesso dobbiamo essere bravi a resettare e ripartire da zero per tirare le somme alla fine del campionato".

LA PAUSA: domenica prossima l'Umana Reyer osserverà il turno di riposo e questo permetterà di ricaricare le batterie dopo il tour de force beneficiando anche di alcuni giorni di riposo che la società ha deciso di dare ai giocatori. "La pausa capita in un periodo quantomai opportuno perché ci permetterà anche di recuperare dai piccoli acciacchi - chiude il dirigente orogranata - l'importante sarà poi tornare in campo con il giusto piglio e la giusta voglia perchè nessuno ci regalerà nulla come sempre è stato, tanto più che il girone di ritorno sarà ancora più duro".


PREVENDITA MONTEPASCHI: Il ritorno in campo dopo la sosta è in programma domenica 29 gennaio quando l'Umana Reyer ospiterà al Palaverde alle 20.30 i campioni d'Italia della Montepaschi Siena. Sarà uno dei big match più attesi della stagione e si informa che la prevendità dei biglietti inizierà questo mercoledì, 18 gennaio, e che fino a sabato 21 gennaio, compreso, la vendita sarà riservata ai possessori di Tessere Reyer. Si precisa inoltre che, considerate le numerose richieste già pervenute, nel lato fronte panchine del Palaverde oltre all'area normalmente riservata, per l'occasione la società potrebbe riservare anche alcuni altri settori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento