Pre-season Reyer: carattere, giro palla e difesa ma pesano le assenze e una certa stanchezza

Gli orogranata chiudono con una sconfitta, 71-68, contro l'Olympiacos. "La squadra -parola dell'assistant coach Gianluca Tucci - sta migliorando l'intesa"

Note positive arrivano dal pre-season dell'Umana Reyer che fino ad ora ha potuto sperimentare sul parquet, dal torneo di Lignano al trofeo di Lucca, il team che tra quindici giorni sarà impegnato nella prima vera sfida della stagione ola Supercoppa Italiana in programma dal 21 al 22 settembre al PalaFlorio di Bari.

Note positive

Mancano all'appello prima di allora ancora alcuni test che permetteranno al gruppo di migliorare il gioco ma già il pubblico ha riconosciuto alcune delle qualità che hanno permesso alla Reyer di arrivare alla vittoria dello scudetto: innanzitutto il carattere che in un match difficile come quello contro l'Olympiacos non è mancato. Poi un buon giro palla ma anche la solidità difensiva dove alcuni nuovi si sono già inseriti pienamente. Note dolenti: una certa stanchezza e alcune assenze che hanno pesato sui test del team. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'analisi

Complessivamente le sensazioni sono positive tanto dal pubblico quanto dagli addetti ai lavori: l'assistant coach Gianluca Tucci ha analizzato l'ultima prova del trofeo Lucca restandone comunque soddisfatto: «Questo weekend ci è servito a migliorare l’intesa in campo. Offensivamente il lavoro incontra le difficoltà della preparazione fisica ma già in questo weekend siamo stati più brillanti. In difesa stiamo costruendo un’identità che deve essere il nostro marchio di fabbrica. Il finale con l’Olympiacos è lo specchio della nostra strada in difesa di cui compattezza, collaborazione e agonismo saranno le chiavi. Il torneo con squadre di Eurolega ci ha fatto già entrare nel clima delle gare di basket da dover impattare fisicamente per poterle giocare fino in fondo. Purtroppo le assenze e le condizioni precarie di alcuni giocatori hanno costretto i ragazzi in campo ad un extra sforzo fisico e a loro siamo grati per il sacrificio. Sappiamo che dalla prossima settimana in poi le partite saranno sempre più vicine a quelle ufficiali, ci attende un duro lavoro e confidiamo nell’inserimento definitivo degli assenti, compreso Filloy di ritorno dalla nazionale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • L'auto finisce fuori strada: morto 22enne di Noventa di Piave, due feriti gravi

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Blitz della polizia al centro sociale Rivolta di Marghera

  • Coronavirus, il bollettino di stasera per Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento