L'Europa si complica: il Promitheas espugna il Taliercio 52-70

Gli orogranata pagano la serata negativa con Patrasso, nonostante la reazione d’orgoglio nella prima metà dell’ultimo quarto

Si complica il cammino europeo dell’Umana Reyer, che paga la serata negativa con Patrasso, nonostante la reazione d’orgoglio nella prima metà dell’ultimo quarto: il Promitheas espugna il Taliercio 52-70, rovesciando anche la differenza canestri dopo il match vinto dagli orogranata in Grecia la scorsa settimana.

Primo tempo

Indisponibile Tonut, esordisce in orogranata Goudelock, che parte dalla panchina, con Stone, Chappell, Bramos, Watt e Udanoh in quintetto. Il primo quarto vede poca precisione da parte dei due attacchi. L’unico veramente ispirato è Mavrokefalidis, autore di 11 punti, con anche 7 rimbalzi. Gli orogranata si sbloccano dopo 2’30” (2/2 di Udanoh dalla lunetta per il 2-4) e, dopo il contropiede di Bramos (4-6 al 4′), impattano con Chappell e Watt (8-8) al 6’30”. Arriva il momento di Goudelock, che, dopo un altro canestro di Watt, sigla il primo vantaggio dell’Umana Reyer (12-10) al 9′, anche se, al primo intervallo, è 12-14. Mavrokefalidis riscrive il massimo vantaggio greco con un gioco da tre punti all’11’ (12-17), mentre Daye non chiude l’and one all’11’30” (14-17). Gli orogranata continuano a faticare in attacco, perdendo anche qualche pallone di troppo, così Kaselakis trascina il Promitheas sul 14-21 al 12’30” e, dopo il canestro di Chappell, coach De Raffaele è costretto al time out sulla tripla di Babb del 16-24 al 14′. Ma l’inerzia non cambia. Per l’Umana Reyer segna un solo canestro Bramos, così Patrasso allunga sul 18-32 al 16’30”. Chappell segna due volte, ma gli ospiti rispondono da 3, per il 22-38 al 18’30”. Filloy entra e si presenta con la tripla del 27-38 al 19′, anche se i greci arrotondano di nuovo fino al 27-41.

Secondo tempo

Le cose non cambiano nel secondo tempo. In 2’30”, segnano solo un libero a testa Kaselakis e Daye (28-42) e si arriva al 24’30” sul 28-45. Bramos mette il 30-45, ma restano le grandi difficoltà di circolazione palla per gli orogranata, che vengono spesso graziati dagli errori dei greci. Patrasso arriva comunque sul 30-49 al 27′. Watt e Udanoh trovano un canestro a testa, ma la tripla di Hall aggiorna ulteriormente il massimo vantaggio del Promitheas sul 34-54 al 29’30”, con Chappell che chiude infine il periodo sul 36-54. L’Umana Reyer prova almeno a mettere intensità, anche se le percentuali restano basse. Watt apre il quarto non completando un gioco da tre punti (38-54) e Patrasso consuma il bonus in meno di 2’30” e la panchina greca è costretta al time out al 33′ dopo i canestri di Daye e Udanoh per il 42-54. Alla ripresa, gli arbitri fischiano 4 falli in 30” agli orogranata, con Mavrokefalidis che fa 3/3 dalla lunetta (42-57). Ma gli orogranata non mollano e con De Nicolao, Cerella (in contropiede su bel recupero di Udanoh) e ancora De Nicolao dalla lunetta tornano sotto la doppia cifra di ritardo (48-57) a metà quarto. Il Taliercio si infiamma, con il solito Mavrokefalidis però a riprovare a chiudere la partita, firmando da solo il 48-64 al 36’30”. E, al rientro dal time out di coach De Raffaele, qualche palla persa di troppo e un paio di canestri greci completano il risultato, con il 48-68 al 38′. C’è solo il tempo per scrivere il finale: 52-70.

Parziali: 12-14; 27-41; 36-54

Umana Reyer: Udanoh 6, Stone, Bramos 6, Daye 7, De Nicolao 4, Filloy 3, Vidmar 2, Goudelock 2, Chappell 12, Mazzola, Cerella 2, Watt 8. All. De Raffaele.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Promitheas: Hall 16, Babb 8, Lypovyy, Kafezas ne, Agravanis 3, Mavrokefalidis 28, Kaselakis 15, Mantzaris, Katsivelis, Jones, Mantzoukas ne, Bazinas ne. All. Giatras.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento