Sport

La Reyer continua la sua corsa in Champions: dopo l'avvio thriller, schianta il Radom

Dopo il primo quarto il tabellino riportava un impietoso 22 a 6 per i padroni di casa. Poi gli orogranata hanno cominciato a macinare gioco, vincendo in agilità contro i polacchi

Con una partita in crescendo, l’Umana Reyer torna dalla Polonia con la prima vittoria esterna della sua stagione europea: battuto il Rosa Radom 71-81. L’inizio degli orogranata è letteralmente da incubo. Auda domina sotto le plance e trascina i padroni di casa sul 9-1 al 4’. Dopo il libero di Haynes, il primo canestro dal campo è di Johnson al 4’20”, seguito dalla tripla di Bramos del 9-6 al 5’30”. Ma è solo un break, perché l’Umana Reyer non riesce a entrare in partita, con anche tante palle perse, e nemmeno la zona riesce ad arginare gli avversari che dominano letteralmente i primi 10’, chiusi sul 22-6, con un eloquente 2/14 (1/9 da 2 e 1/5 da 3 orogranata).

Secondo quarto

Che le cose siano cambiate dopo l’intervallo breve si capisce subito, con il sottomano di Peric dopo rimbalzo offensivo seguito da due triple di Orelik e time out polacco sul 22-14 all’11’30”. Dopo il secondo fallo di Watt, entra Ress, che porta due ottimi blocchi per Jenkins ed è 22-19 al 12’30” con un parziale di 0-13 interrotto da Punter al 13’. Ma l’Umana Reyer, continua a colpire dall’arco, con entrambe le squadre che preferiscono il tiro pesante, e, con le triple di Peric e Jenkins per il 5/6 da 3 nel quarto che vale il 27-25 al 14’. In una partita a strappi, i polacchi, col ritorno in campo di Auda, infilano un 10-0 per il 37-25 al 16’30”, poi è 0-8 Umana Reyer per il 37-33 al 18’, che diventa 39-37 all’intervallo lungo sulla schiacciata di Biligha imbeccato da De Nicolao.

Terzo quarto

Harrow, il più positivo del terzo quarto del Rosa Radom, apre il secondo tempo con il canestro del 41-37, ma entra finalmente in partita anche Watt, con Peric che impatta a quota 41 al 22’. I padroni di casa ritrovano il +4 (45-41), ma è ancora Peric (dopo una stoppata di Bramos) a siglare il primo sorpasso Umana Reyer: 45-46 subito dopo metà quarto, con la tripla di Johnson che allunga sul 45-49 al 26’ e, giocando di squadra sia in difesa che in attacco, la tripla di Orelik da otto metri al 27’ vale il +5 (47-52), che diventa +3 (51-54) all’ultimo intervallo dopo il nuovo canestro del solito Harrow.

+10 sulla sirena

De Nicolao trascina la squadra in avvio di ultimo periodo con assist (per Peric) e anche un rimbalzo offensivo con fallo subito, che poi, sulla rimessa, Jenkins trasforma nella tripla del 53-59 al 31’30”. De Raffaele chiama time out per riordinare le idee sul 56-59 al 32’30”. Sono Bramos, da 3, a rispondere ai tentativi di rientro del Rosa Radom, arrivato fino al -1 (58-59 al 33’), e un gioco da tre punti di Watt costringe la panchina polacca al time out a metà quarto sul 60-68. Ma l’inerzia non cambia: stoppata di Bramos e terzo e quarto fallo (con bonus polacco) provocato da Watt su Auda, per un nuovo gioco da 3 punti ed è 60-71 al 35’30”, con nuovo time out della panchina di casa. Al rientro, Orelik chiude però virtualmente i conti sul 60-73, con Auda e Sokolowski che possono solo cercare di limitare il passivo e il match si chiude sul 71-81 con il canestro di Bramos sulla sirena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Reyer continua la sua corsa in Champions: dopo l'avvio thriller, schianta il Radom

VeneziaToday è in caricamento