rotate-mobile
Sport

La Reyer si rilancia anche in Champions: Rosa Radom piegato al supplementare

Partita dalle mille emozioni al Taliercio martedì sera. Gli orogranata impattano dopo una lunga rincorsa, dopodiché è sorpasso grazie a un super Watt. Ora l'attenzione su Milano

Dopo un lungo inseguimento, l’Umana Reyer torna a vincere anche in Champions League, piegando dopo un supplementare al Taliercio il Rosa Radom 102-93. La novità in quintetto è Tonut (schierato con Haynes, Orelik, Peric e Watt). L’inizio è di marca ospite (0-4), prima che Orelik colpisca da 3 e poi da 2 per il 5-4 al 2′. Dal 5-5 di Auda sul primo fallo di Peric, l’Umana Reyer infila un parziale di 8-0 in 1′ (concluso con un bel canestro rovesciato di Tonut) e al 4′ è così 13-5. Due giochi da tre punti, di Punter e Harrow, danno però il là alla riscossa polacca ed è Sokolowski, al 6′, a siglare il sorpasso (15-16), con un altro canestro più libero di Harrow che completa il parziale di 2-14 (15-19 al 6’30”). Con i liberi di Tonut e il canestro di Biligha gli orogranata si mantengono a due punti di distanza (19-21 al 7’30”), anche se il finale di quarto è nuovamente polacco, con un break di 0-7 a cui risponde Green con l’ultimo canestro, per il 21-28.

Secondo quarto 

Al ritorno in campo coach De Raffaele chiama time out dopo 30” sul 21-32 e, al rientro in campo, Cerella (da 3) e Biligha riavvicinano l’Umana Reyer sul 26-32 all’11’, poi due triple di Johnson (la seconda grazie a un recupero di Cerella in tuffo sul parquet) limano ulteriormente sul 32-25 al 12′. E’ la panchina ospite, in questo frangente, a chiamare il time out ed è Harrow ad ergersi a protagonista per il 32-42 al 14′. Peric recupera rimbalzo offensivo e mette una tripla, ma poi spende il terzo fallo, così il Rosa Radom ritrova il massimo margine (+11) sul 35-46 al 15’30”. Gli orogranata faticano contro la zona aggressiva degli ospiti, con Orelik che lotta a rimbalzo offensivo e risponde ai canestri polacchi. Due volte De Nicolao commette fallo sulla conclusione da 3 di Punter: dopo un 1/3, il miglior realizzatore del primo tempo (16 punti) fa 3/3 al secondo tentativo e aggiorna il massimo divario: 40-52 al 19′, che diventa 41-52 all’intervallo lungo dopo il libero di Orelik.

Terzo quarto

Ci vuole più di un minuto e mezzo per muovere il punteggio in avvio di secondo tempo, con la tripla di Piechowicz che vale il 41-55. Dopo la risposta, sempre dall’arco, di Peric, l’Umana Reyer alza l’intensità difensiva e la velocità in contropiede, riavvicinandosi con Johnson e Watt sul 48-55 al 22’30”. Dopo il quarto fallo di Peric, il Rosa Radom prova nuovamente ad allungare (48-59 al 23′), ma le triple di Haynes e Orelik costringono la panchina polacca a chiamare time out al 24′ sul 54-59. Il divario tra le due squadre si mantiene tra i 5 e i 7 punti per un paio di minuti, in una partita che si fa spigolosa, fino al gioco da tre punti di Punter, che poi mette una tripla allo scadere dei 24” e ridà il +10 al Rosa Radom (61-71) al 28’30”. Nel finale di quarto, in campo si vede qualche discutibile fischio arbitrale, come quello che toglie dai giochi per 5 falli Peric a 3” dall’ultimo intervallo, dopo la schiacciata del croato per il 63-71, che sarà il risultato dopo 30” per lo 0/2 dalla lunetta di Sokolowski.

Ultimo quarto 

Il palazzetto diventa una bolgia dopo altri fischi discutibili e gli orogranata trovano la giusta grinta per limare punto su punto. Il protagonista assoluto è Haynes, con un gioco da tre punti e due triple che valgono il sorpasso sul 72-71 al 32’30”, con pronto time out polacco. Sul quarto fallo di Biligha, che costa anche il bonus, Zaytsev impatta con l’1/2 dalla lunetta e, sempre con i liberi (di Punter), il Rosa Radom torna avanti al 33’30” (72-74), spendendo a sua volta subito dopo il bonus, con seguente time out orogranata. Si va avanti di lunetta in lunetta (1/2 Watt, 2/2 Sokolowski) poi Cerella impatta da 3 a quota 76 al 34’30” e, sempre con una tripla (dopo un recupero difensivo di De Nicolao), Johnson dà il 79-76 al 35’30”. Ma la partita resta in equilibrio: è di nuovo parità, a quota 80, al 36’30”, dopo il libero e la tripla di Zaytsev e il libero di De Nicolao. Watt completa un gioco da tre punti al 37′ (83-80), poi, dopo l’errore di Punter, De Raffaele chiama time out con 2’40” da giocare, ma non arriva il canestro nonostante tre rimbalzi offensivi di fila. Punter fa 1/2 ai liberi, così come Harrow, che però sigla il sorpasso dopo il rimbalzo offensivo e allunga sull’83-86 a -1’04” sulla palla persa da Orelik. Il lituano, però, si rifà segnando in tap-in sull’errore di Johnson da 3, con fallo e tiro libero supplementare a segno per l’86-86 a -45”. Harrow commette infrazione in palleggio a -32”, ma la seguente conclusione da 3 di Cerella è sporcata dalla difesa polacca, con rimessa Rosa Radom, dopo il time out, a -12”. Sulla penetrazione di Harrow la difesa orogranata si chiude bene, con palla che esce dal campo e la terna arbitrale che, dopo un consulto, accetta la richiesta veneziana di consultare l’instant replay, cambiando la rimessa e assegnandola all’Umana Reyer con 4” da giocare e time out, stavolta, di coach De Raffaele. Haynes riceve sulla rimessa da De Nicolao, penetra e trova il contatto, ma non il fallo, e così è supplementare.

Overtime

L’overtime si apre con la tripla fallita da Orelik e quella segnata da Zaytsev, anche se poi Watt trova canestro e antisportivo si Szymkiewicz: il gioco da tre punti non si completa, ma Haynes infila il 90-89 al 41′. Zaytsev riporta avanti (90-91) il Rosa Radom dalla lunetta, ma poi spende il quinto fallo su Watt, che stavolta fa 2/2 ed è 92-91 al 42′. Si procede con sorpassi e controsorpassi: a Punter risponde ancora Watt, con un nuovo canestro più fallo: stavolta è 1/1 e 95-93, poi, sul recupero difensivo, Haynes infila in rovesciata il 97-93 al 43′ e, dopo il recupero di De Nicolao, Watt inchioda la schiacciata del 99-93 al 44′. I polacchi non segnano più e la tripla di De Nicolao a -6” è quella della vittoria per 102-93.

BCL: UMANA REYER VENEZIA – ROSA RADOM 102-93 D1TS
Parziali: 21-28; 41-52; 63-71; 86-86

Umana Reyer: Haynes 18, Peric 8, Johnson 11, Green 2, Tonut 4, De Nicolao 6, Orelik 18, Bolpin ne, Ress, Biligha 4, Cerella 6, Watt 25. All. De Raffaele.
Rosa Radom: Punter 31, Auda 7, Piechowicz 3, Witka, Zegzula, Trojan, Szymanski, Zaytsev 20, Szymkiewicz 4, Sokolowski 6, Harrow 22. All. Kaminski.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Reyer si rilancia anche in Champions: Rosa Radom piegato al supplementare

VeneziaToday è in caricamento