Giovedì, 13 Maggio 2021
Sport

Maledizione Coppa Italia: una Reyer irriconoscibile eliminata subito da Torino

Il solco decisivo è stato scavato nel primo quarto, quando gli orogranata hanno segnato solo 4 punti. Gettate al vento ripetute occasioni di rientrare nel match. Percentuali basse ai liberi

L’Umana Reyer non riesce a sfatare la “maledizione” delle Final Eight, concludendo per la sesta volta in sei partecipazioni la sua avventura in Coppa Italia già ai quarti di finale: sarà la Fiat Torino ad affrontare Cremona dopo il successo per 60-72 contro gli orogranata.

Primo quarto

Polveri bagnate per entrambe le squadre in avvio, con Watt che sblocca il punteggio (1-0) dalla lunetta dopo oltre 1’, ma gli orogranata, nonostante costruiscano buone soluzioni, tirano con basse percentuali. Torino allunga così sull’1-7 dopo 2’30”, con il seguente tap-in di Peric (al quarto tentativo!) come primo canestro dal campo dell’Umana Reyer. Dopo il secondo fallo di Mbakwe e quello di Watt in rapida successione, però, le difficoltà veneziane permangono: Haynes mette un libero per il 4-9 al 4’30”, poi è monologo Fiat: il quarto si chiude sull’incredibile punteggio di 4-21, con gli orogranata che tirano 1/11 da 2, 0/5 da 3 e 2/6 ai liberi, oltre a cinque palle perse.

Secondo quarto

Coach De Raffaele prova il quintetto basso, con Daye e Peric sotto le plance, alzando l’intensità difensiva e cercando comunque di appoggiare il gioco offensivo in area. Dopo i canestri di Peric e Daye, Torino raggiunge però il +20 (8-28) al 13’. Dopo due liberi di Watt e un altro tap-in di Peric, Bramos riesce finalmente a sbloccare (dopo 8 errori di squadra) l’Umana Reyer dall’arco, con due triple consecutive, che spingono la panchina piemontese a chiamare il time-out sul 18-31 al 15’30”. Gli orogranata recuperano diversi rimbalzi offensivi e Watt, con sei punti di fila (l’ultimo con un bellissimo canestro rovesciato), risponde colpo su colpo alla Fiat, con la tripla di De Nicolao che poi dà il 27-40 al 18’30”. Torino riprova l’allungo con un minibreak di 0-4, poi, nonostante il terzo fallo di Watt, Daye chiude il primo tempo sul 29-44 dopo un bel rimbalzo offensivo.

Terzo quarto

A inizio ripresa debutta nel match anche capitan Ress e l’Umana Reyer si riavvicina sul 34-46 al 31’ dopo la tripla di Johnson. La partita è tutt’altro che bella e anche gli arbitri si producono in qualche fischio discutibile. Torino ritorna sul +17 (34-51) al 23’, poi ci vogliono più di 2’30” per rivedere un canestro (il contropiede di Bramos). Watt lima sul 38-51 (27’), poi De Nicolao viene sanzionato con un tecnico e la Fiat ne approfitta per riallungare (38-56 al 27’30”). Un libero di Tonut, una schiacciata di Watt, una tripla di De Nicolao e il canestro finale di Peric permettono all’Umana Reyer di andare all’ultimo intervallo sul 46-60.

Ultimo quarto

L’approccio degli orogranata agli ultimi 10’, affrontati con il doppio play (Haynes-De Nicolao) è ottimale: 8-0 con tap-in schiacciato da Watt (già in doppia doppia, con 7 rimbalzi offensivi), tripla e gioco da tre punti di Haynes e così, al 31’30”, è 54-60. Washington infila la tripla che sblocca Torino, poi Watt (sebbene nel frangente gli venga fischiato un dubbio quarto fallo in attacco) ritrova il -7, pur senza completare un gioco da tre punti: 58-65 al 33’30”. La difesa dell’Umana Reyer mette in confusione l’attacco torinese e, nonostante qualche errore di troppo ai liberi (alla fine 8/19), si arriva a metà quarto sul 59-65. L’inerzia è cambiata e, con la Fiat in bonus, gli orogranata limano ancora un punto con Daye (60-65 al 35’30”), fallendo però più di una ghiotta opportunità per riaprire definitivamente il match. Il quinto fallo toglie dal match De Nicolao al 38’, dando a Mbakwe la possibilità di tornare a muovere dalla lunetta il punteggio (60-67), con la stanchezza che comincia ad affiorare nelle gambe dei giocatori veneziani. Dopo il time out di coach De Raffaele Boungou Colo trova i liberi del 60-69, poi le triple orogranata non entrano e così, sempre dalla lunetta, Poeta ritrova all’ingresso nell’ultimo minuto la doppia cifra di vantaggio (60-70) per la Fiat, che poi si impone 60-72.

FINAL EIGHT: UMANA REYER VENEZIA – FIAT TORINO 60-72

Parziali: 4-21; 29-44; 46-60
Umana Reyer: Haynes 9, Peric 8, Johnson 3, Bramos 8, Tonut 1, Daye 6, De Nicolao 6, Bolpin ne, Ress, Biligha, Cerella, Watt 19. All. De Raffaele.
Fiat: Blue 4, Garrett 17, Vujacic 2, Poeta 4, Boungou Colo 9, Washington 11, Jones 8, Mazzola 9, Tourè ne, Mittica ne, Akoua ne, Mbakwe 8. All. Galbiati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maledizione Coppa Italia: una Reyer irriconoscibile eliminata subito da Torino

VeneziaToday è in caricamento