menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il sogno Reyer si conclude subito: in Coppa Italia va avanti Brindisi

Gli orogranata sono stati sconfitti 80 a 70 a Desio dai pugliesi, bravi a piazzare il break decisivo nel terzo quarto e a mantenere il vantaggio

Niente da fare per l’Umana Reyer che anche questa volta esce subito di scena dalla Final Eight di Coppa Italia. Dopo un ottima prima parte di gara gli orogranata calano alla distanza di fronte al grande atletismo di Brindisi che trova un Pullen in gran giornata. Così il break scavano dai pugliesi nel terzo quarto diventa determinante e gli orogranata escono sconfitti per 70-80.

L’Umana parte con Stone, Jackson, Viggiano, Peric e Ortner. Il primo canestro è di Eric per Brindisi. Le squadre si studiano nelle prime battute e l’Umana va a segno dopo 2′ con la tripla di Jackson. Una poderosa schoacciata di Ortner che va anche a subire fallo vale il gioco da tre punti del 6-4 per gli orogranata. Con Peric e Ortner l’Umana si porta sul 12-7 a metà del primo quarto. Gli orogranta alzano subito l’intensità difensiva, costringendo i pigliesi a tirare sempre al limite dei 24″. I ragazzi di Recalcati potrebbero aumentare ulteriormente il vantaggio ma non sono aiutati dal ferro. Grazie ad una difesa molto efficace e alle veloci ripartenze in contropiede gli orogranata arrivano al +7 a 2′ dalla prima sirena constringendo Brindisi al primo time out. Il primo quarto si chiude sulla tripla a fil di sirena di Dulkys (18-10) che capitalizza al meglio la palla recuperata dalla difesa con soli 5″ per costruire il tiro.

Pullen in penetrazione e Stone, con un gioco da tre punti aprono la seconda frazione (21-12). Una tripla da nove metri di Pullen, il giocatore più produttivo di Brindisi vale il 21-15 al 12′. Risponde Ress sempre con una tripla. Ma replice ancora Pullen (24-18). Recalcati ruota tutti i suoi giocatori ma è Brindisi a trovare nel giro di un minuto il break che porta, grazie all’ennesima tripla di Pullen (16 punti per lui all’intervallo) al 24-23 al 14′. Questa volta è il coach orogranata a chiamare time out. Sblocca la situazione una tripla di Ress. Sale l’incitamento da parte dei tifosi reyerini al seguito. Ma per l’ennesima volta arriva la replica di Pullen. Il sorpasso arriva con Bulleri al 17′ (27-28). Sono Peric e Ress a prendersi la responsabilità dell’iniziativa trovando il fallo nell’area reyerina e portando il punteggio sul 31-28. Il nuovo +5 lo mette invece Jackson e si va all’intervallo proprio sul 33-28.

James e Turner aprono il terzo quarto con due bombe che valgono il 33-34. Poi il break diventa di 8-0 e Recalcati chiama time out dopo appena 1 minuto e 30″. Ci pensa Stone con un gioco da tre punti a ristabilire la parità a quota 36. Una tripla di Ress vale il nuovo +3. Peric si innervosisce per un contatto non sanzionato e gli arbitri lo puntiscono con un tecnico per proteste. Brinisi ne approfitta sorpassando di nuovo e poi mettendo con James il (39-42). Anche a Goss gli arbitri sanzionano un fallo tecnico per proteste e Brindisi può così andare sul 39-45 al 25′. Ortner sblocca l’Umana ma Brindisi sfrutta il momento e va sul +8 al 28′ (43-52). E’ ancora Ortner a smuovere il punteggio per gli orogranata, poi la tripla di Goss vale il 48-51 a 1’11″ dalla penultima sirena. Ma Brindisi trova 5 punti di fila e torna al massimo vantaggio prima che Nelson fissi il punteggio del terzo quarto sul 50-56.

Continua la maledizione dei tiri liberi in casa Umana Reyer. Il punteggio resta inchiodato per 2 minuti poi Zerini infila il nuovo +8. Qualche incomprensione di troppo in fase offensiva da parte degli orogranata e Recalcati chiama time out per riorganizzare le idee. Ma è Pullen a trovare la tripla del +11. L’Umana non si perde d’animo e replica subito dall’arco con Ress. Goss e Peric provano a scuotere gli orogranata ma puntualmente arriva la tripla di James che vale il 55-64 a 6′ dalla fine. Brindisi è in fiducia e allunga sul +11 con Turner. Quando Pullen infila la tripla del 57-71 gli orogranata sembrano alle corde. Ma a replicare è subito Goss. A 2’36″ dalla fine Peric realizza il 64-71. Pullen è una sentenza e gli orogranata restano a -7. La tripla di Denmon per il 66-76 a 1’36″ dalla fine sa da finale anticipato.

Umana Reyer – Enel Brindisi 70-80
Parziali: 18-10; 33-28; 50-56

Umana Reyer: Stone 6, Peric 11, Goss 17, Jackson 7, Tinsley ne, Ruzzier ne, Ress 12, Ortner 10, Nelson 2, Viggiano, Ceron ne, Dulkys 5. All. Recalcati

Enel Brindisi: Pullen 27, Harper 4, James 12, Bulleri 2, Cournooh, De Gennaro ne, Denmon 12, Morciano ne, Zerini 4, Turner 12, Mays 5, Eric 2. All. Bucchi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Veneto sarà quasi di sicuro in area arancione, Zaia: «Oggi l'Rt è a 1,12»

  • Cronaca

    Ordinanza anti alcol a Venezia in vista del weekend

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento