rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Sport

Quintetto base Reyer già incerottato, Mazzon: "Lavoriamo a singhiozzo"

Il precampionato orogranata è stato costellato da infortuni e contrattempi. Mercoledì alla lista si sono aggiunti Clark e Williams, ancora non in forma Bowers e Diawara: "Ma non c'è nessun alibi"

L’Umana Reyer fa i conti con i contrattempi. Piccoli infortuni che fin qui hanno caratterizzato il precampionato. Mercoledì alla lunga lista si sono aggiunti Clark, per una infiammazione tendinea e Williams che ha subito un colpo. Clark dovrebbe essere recuperabile nel giro di qualche giorno, da valutare le condizioni di Williams, che ieri ha preso una botta all’anca e si è fermato precauzionalmente nel secondo quarto dell’amichevole giocata contro Reggio Emilia.

Entrambi sono monitorati dallo staff medico dell'Umana Reyer assieme a Szewczyk, fermo dal torneo di Modena. Sono invece rientrati Bowers e Diawara, che però dopo lo stop devono recuperare i giorni di lavoro persi.


“Purtroppo sono cose che capitano – il commento di coach Andrea Mazzon - se guardiamo la dinamica di questi infortuni è evidente che sono dovuti alla fatalità di scontri di gioco fortuiti. Fortunatamente non si tratta di problemi particolarmente seri. Sono contrattempi, ma questo non deve essere un alibi perché sarebbe sbagliato e limitante. Il problema non è chi manca alle amichevoli piuttosto che si è costretti ad allenarsi in modo diverso e a rivedere i piani di lavoro che avevamo pensato. Questi contrattempi ci hanno infatti costretto a lavorare a singhiozzo e mai al completo, ma in ogni caso sono le difficoltà che fortificano e bisogna pensare ai fatti, non alle parole. L’auspicio è di recuperare tutti in fretta per sfruttare al meglio il tempo che manca da qui all’inizio del campionato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quintetto base Reyer già incerottato, Mazzon: "Lavoriamo a singhiozzo"

VeneziaToday è in caricamento