menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reyer Venezia - Cimberio Varese, playoff gara 3: risultato finale

Gli ospiti espugnano il Taliercio per 93 a 79. Partita chirurgica dei lombardi, che hanno scavato il solco del match con i tiri da tre punti

Doveva essere la partita del riscatto. Soprattutto da parte di alcuni giocatori di cui ci si aspettava una dimostrazione di orgoglio. Il salto di qualità, nonostante un Taliercio pieno di entusiasmo, per la Reyer non c'è stato. E la serie con Varese si è indirizzata verso un agevole passaggio del turno. Nonostante un Alvin Young magistrale (29 punti per lui) che ha messo oltre a tecnica, grinta ed esperienza un cuore che non finisce più.

Varese, però, semplicemente è stata perfetta. Chirurgica. Di fronte a una difesa molle sul tiro da tre degli orogranata Achille Polonara ha messo a segno quattro bombe su quattro. Non lasciando scampo a Venezia. Alla fine la Cimberio metterà a referto dieci canestri da tre punti su 23. Il 43%.

"Siamo stati troppo molli - ha commentato il coach Andrea Mazzon - la nostra difesa sul tiro pesante è stata deficitaria". Alla fine il tabellone recita 93 a 79. Ma a due minuti dalla sirena la Cimberio era volata a +20. Tecnici e implacabili. Di fronte a una Umana che nel terzo quarto aveva risalito la china fino a meno 2. Con la difesa. Con l'orgoglio. Poi, però, è arrivato uno zero su due di Zoroski, messo in campo per sfruttare le sue penetrazioni con il bonus. Poi una bomba sbagliata sempre del serbo e un due su quattro dalla linea della carità. Dall'altra parte, invece, Green ha deciso di segnare gran parte dei sette punti messi a referto del suo match in quel momento.

La partita si è incalanata lì. E non è più stata in discussione. "Alcuni nostri giocatori non hanno fatto la miglior partita della loro carriera - ha dichiarato Mazzon - Ma devo dire grazie a tutto il pubblico. Avrei voluto fare loro un regalo. Faremo di tutto per tornare a giocare a Varese". Sul banco degli imputati, inevitabilmente, Clark (5 punti) e Diawara (8 punti co 3 su 10 al tiro). In sala stampa arriva la considerazione che chi ha giocato meglio è stato chi non ha più nulla da chiedere dalla propria carriera. "Sono assolutamente d'accordo - sottolinea Mazzon - chiederò in questi due giorni di metterci orgoglio totale nella difesa uno contro uno. Green - conclude - ha dominato la partita. Anzi, la serie".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento