rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Sport

La Reyer torna a ruggire davanti a "Praja": Varese deve inchinarsi

Al Palaverde, sotto gli occhi di Dalipagic, gli orogranata ribaltano la differenza canestri rispetto alla sconfitta dell'andata vincendo per 71 a 63. Ora i lagunari sono matematicamente salvi

L'Umana Reyer corona una splendida serata con la vittoria su Varese e capovolge anche la differenza canestri a favore degli orogranata. E' ovazione per Drazen Praja Dalipagic, che da oggi sarà consulente orogranata, da parte dei 5mila presenti.

QUI MAZZON - "Per tutti noi battere una squadra come Varese, contro coach Recalcati, é una bella soddisfazione - commenta a fine gara l'allenatore orogranata Andrea Mazzon - Le parole che ha detto in settimana ci hanno fatto molto piacere. Ai giocatori ho appena detto che non so quante partite mancano, per me ne manca una sola: la prossima. Continuiamo a mantenere altissima la concentrazione. Dobbiamo essere come orologi. Necessitiamo di grandissima attenzione a ogni minimo particolare. Bello giocare in una cornice come questa, aver scatenato un entusiasmo come questo. D'altronde è tutto l'anno che abbiamo questa spinta".

QUI RECALCATI - Gli avversari si devono inchinare di fronte alla solidità di squadra dei veneziani, e Carlo Recalcati lo sottolinea: "Abbiamo fatto fatica per 40' ad attaccare e in particolare abbiamo avuto difficoltà ad affrontare l'1 contro 1 - commenta - i primi 10' hanno segnato la partita perché abbiamo preso subito un break importante. Secondo tempo un po' meglio perché abbiamo perso meno palloni. Una partita cosí conferma che l'Umana è una grande squadra".

LA PARTITA - Prima della palla a due si registra il cambio di arbitro dell'ultimo minuto con Paternicò che sostituisce Cherebuch. Assenti Fantoni da una parte e Garri dall'altra.

L'INIZIO - Empasse iniziale spezzato dalla tripla di Clark (5-0) al 3'. I liberi di Szewczyk trascinano l'Umana sul 9-2 al 5' a cui replica Kangur con una tripla. Un libero di Magro piú la tripla e il canestro di Young trascinano gli orogranata sul 18-7. La freschezza del capitano reyerino vale anche il contropiede del 20-7.

SECONDO QUARTO - La tripla di Varese dà ossigeno agli ospiti (22-16) al 13'. Varese risale fino al -4 (24-40 al 14') prima che risponda Rosselli con un gioco da tre punti. Ma é poi la tripla di Rannikko a smorzare gli entusiasmi (27-25). Stipcevic morde le caviglie a Clark ma il play orogranata trova lo stesso lo spazio per la tripla del 32-26. L'Umana lotta e strappa applausi anche quando non riesce a segnare. Szewczyk protagonista del nuovo allungo orogranata (36-26)

DALIPAGIC TORNA A CASA - All'intervallo mega sfilata dei trecento bambini del minibasket dell'Umana Reyer con foto ricordo a centro campo assieme a Praja Dalipagic e il presidente Brugnaro.

IL TERZO QUARTO - Inizia il terzo quarto e l'Umana si porta subito sul 43-29. La tripla di Szewczyk del 46-29 al 23' fa schizzare in piedi i 5mila del Palaverde. L'Umana peró si affida un po' troppo al tiro da fuori non sempre con la stessa fortuna e Varese piazza un break di 6-0 che porta il punteggio sul 48-38. E proprio su questo divario finisce il periodo (52-42).

L'ULTIMO QUARTO - Fajardo trova il canestro del -8 che apre l'ultimo periodo. Subito dopo arrivano il canestro, ma anche il quarto fallo di Tamar Slay. Volano colpi proibiti sotto canestro e ne fa le spese Szewczyk costretto ad uscire per un taglio all'arco sopraciliare. E' un botta e risposta continuo ma con l'Umana che prova a conservare un vantaggio che si aggira sulle 10 lunghezze. Varese però non molla di un centimetro e sembra una partita a scacchi. Da playoff, per intensità. Dalla lunetta Rosselli infila il 63-50 a 3'50" dalla fine ma subito replica Ranniko da tre. Un canestro e due liberi di Bowers valgono il 67-53. L'ultimo minuto é vissuto tutto pensando alla differenza canestri (+7 per Varese all'andata), che finisce appannaggio dell'Umana Reyer.

Umana Reyer - Cimberio Varese 71-63
Parziali: 20-11; 37-26; 52-42

Umana Reyer: Clark 15, Allegretti ne, Causin ne, Tomassini ne, Slay 5, Szewczyk 20, Meini, Young 12, Bowers 11, Rosselli 5, Magro 3, Bryan. All. Mazzon


Cimberio Varese: Demartini, Stipcevic 7, Rannikko 13, Talts 7, Diawara 8, Reati, Zattara ne, Kangur 15, Ganeto 7, Bertoglio ne, Fajardo 4, Weeden 2. All. Recalcati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Reyer torna a ruggire davanti a "Praja": Varese deve inchinarsi

VeneziaToday è in caricamento