menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio, risultato della partita Bassano - Unione Venezia

Nessuno avrebbe scommesso che al Mercante sarebbe finita così, l'Unione espugna la difficilissima Bassano con un 2-0 più che meritato

Alla viglia del match, Bassano – Unione Venezia avrebbe potuto ricordare lo scontro di Golia contro Davide: da un lato un gigante di questo campionato che punta dritto alla promozione in serie B, dall’altro una squadra che è passata attraverso momenti difficili, che da tempo ha smesso di rincorrere il sogno playoff per evitare l’incubo playout e che si appresta a un finale di stagione al cardiopalma vista la difficoltà delle partite che la aspettano.

I padroni di casa sembrano voler mostrare la propria superiorità fin dai primi minuti di gioco e effettivamente Pietribiasi manca di poco la rete dell’1-0 quando, pescato in area da Furlan, colpisce di testa il pallone: la traversa nega il gol all’attaccante ma respinge il pallone sui piedi di Cattaneo che calcia a botta sicura verso Fortunato, il portiere veneziano si fa trovare pronto ed evita il gol. La reazione degli ospiti tuttavia non si fa attendere, Greco e Zaccagni sono in forma e costringono Rossi ad intervenire in due occasioni a pochi minuti l’una dall’altra. In un generale botta e risposta che vede i due portieri più volte chiamati a difendere la propria porta, l’Unione costruisce azioni maggiormente pericolose, il Bassano subisce il pressing altamente offensivo e al 30’ subisce il primo gol della gara: Zaccagni prende il centrocampo bassanese in contropiede, serve con un ottimo filtrante Guerra che calcia il diagonale dell’1-0.

Gli arancioneroverdi volano sulle ali dell’entusiamo, e a pochi minuti dall’inizio della seconda frazione di gara arriva il raddoppio: siamo al 58’, Greco riceve una palla alta, controllo di petto e tiro al volo in semi rovesciata per un 2-0 davvero spettacolare. Il Bassano mostra segni evidenti di difficoltà, quando mancano più di venti minuti allo scadere ha già esaurito le tre sostituzioni a disposizione pur continuando a subire l’offensiva veneziana. I cinque minuti di recupero non bastano ai padroni di casa per riacciuffare i veneziani, che al Mercante compiono un'impresa da mitologia calcistica e guardano con maggiore serenità e consapevolezza alle ultime tre partire della stagione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento