menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il sogno SuperCoppa per la Reyer Venezia sfuma di fronte alla corazzata Milano

Una partita di cuore per gli orogranata, che rimangono in partita fino quasi alla fine. Alla fine la spunta l'Armani, forte di un match da 29 punti di Theodore. L'Umana, però, è pronta

Nonostante un grande cuore e una partita giocata alla pari, pur senza essere mai stata in vantaggio, l’Umana Reyer deve arrendersi all’EA7 Milano, che conferma la vittoria dello scorso anno in Supercoppa con l’82-77 nella finale di Forlì.

PRIMO QUARTO 

Confermato il quintetto iniziale della semifinale con Sassari, si parte con il botta e risposta da 3 M’baye-Haynes, poi Watt (2 falli, sui 3 di squadra, in 1’!) schiaccia il 5-5 su un recupero di Haynes all’1’30”. Con Micov e Theodore, Milano cerca l’allungo attaccando il ferro (5-10 al 3’ e poi 7-16 subito dopo metà quarto), con la panchina orogranata che chiama time out, inserendo De Nicolao e Biligha. Gudaitis affianca Theodore come terminale offensivo e l’EA7 si porta sul 12-21 al 6’30”, poi entra Peric ed è subito protagonista, avvicinando l’Umana Reyer fino al 17-24, anche se Micov chiude i primi 10’ sul 17-26.

SECONDO QUARTO 

Theodore e Peric sono le principali scelte offensive delle due squadre anche in apertura di secondo quarto, con l’ex Banvit che è un rebus per la difesa orogranata, tant’è che Milano allunga sul 21-34 al 13’, con il nuovo time out della panchina veneziana. La squadra di Pianigiani, però, si affida troppo a Theodore, sul quale, anche con la zona 3-2, l’Umana Reyer riesce finalmente a prendere le misure e, con l’ottima circolazione in attacco, comincia a limare punto su punto. Bramos mette due triple pesanti e, nonostante qualche errore dalla lunetta, sul nuovo canestro da 3 orogranata (di Jenkins) al 17’30” è 35-37. Viene fischiato il terzo fallo a Watt, ma Jenkins, al 18’, ha i liberi del pareggio (anche se fa 1/2), poi ridà il -1 (39-40) al 19’ con la tripla in risposta a Goudelock. L’Umana Reyer ha anche la palla del sorpasso, anche se Orelik la perde, e va così all’intervallo lungo con un punto di ritardo.

TERZO QUARTO 

In avvio di ripresa, gli orogranata falliscono per quattro volte il sorpasso, così Theodore, con un gioco da tre punti (terzo fallo di Haynes) ridà due possessi di vantaggio a Milano. Per i primi quattro minuti del secondo tempo il margine di distanza tra le due squadre rimane tra i due e i quattro punti, poi si accende Bramos, con un recupero difensivo e un gioco da tre punti (46-47 al 24’) e successivamente con una tripla (50-49 subito dopo metà periodo). Ma Theodore riprende ad attaccare il ferro con continuità e, con il 27esimo punto personale, porta Milano sul 49-55 al 27’. Ma l’Umana Reyer non molla e, trascinata nel frangente da Johnson (tripla e penetrazione), torna a -3 (54-57 al 28’), ritardo con cui si va anche all’ultimo intervallo: 55-58.

QUARTO QUARTO 

Si alza la fisicità della partita in avvio di quarto periodo, con Watt che risponde con 4 punti ai 3 di Milano per il 59-61 al 32’ e poi fallisce la tripla del sorpasso, con rimbalzo offensivo di Orelik, a cui strappa palla Theodore (tra le proteste degli orogranata), che va a subire in rapida successione quarto e quinto fallo di Haynes. Dopo il time out di De Raffaele, al 33’ arriva finalmente il pareggio (61-61) su una bella rimessa De Nicolao-Peric, ma, con Theodore in panchina, si accende Goudelock, che trascina Milano fino al 63-71 al 36’. Qualche errore insolito di Bramos, Ress e Peric non consentono agli orogranata di avvicinarsi, con la nuova interruzione chiesta dalla panchina veneziana al 37’ sul 65-73. Al rientro in campo, Johnson mette la tripla (con la risposta, sempre dall’arco di M’baye) e poi realizza i liberi del 70-76 al 38’, sul primo fallo fischiato nel quarto all’EA7. Milano recupera diversi rimbalzi offensivi, ma non li tramuta in punti, cosa che invece fanno gli orogranata sul recupero di Jenkins convertito in due punti dalla schiacciata da Johnson al 39’ (72-76). Dopo il time out della panchina milanese, Goudelock attacca il ferro (72-78), poi M’baye commette fallo a -36” sul tentativo da tre di Jenkins, che dalla lunetta fa 3/3 (75-78). Johnson spende il fallo del bonus, poi Ress manda in lunetta Theodore a -18”. Sul 2/2 (75-80), è di nuovo time out orogranata. Jenkins trova due rapidi, ma Goudelock è preciso dalla lunetta e trova a -11” i punti della vittoria milanese per 77-82.

Supercoppa: Reyer Venezia – EA7 Milano 77-82
Parziali: 17-26; 39-40; 55-58

Umana Reyer: Haynes 5, Peric 13, Johnson 14, Bramos 14, De Nicolao 2, Jenkins 14, Orelik 4, Bolpin ne, Ress, Biligha 2, Cerella ne, Watt 9. All. De Raffaele.

EA7: Goudelock 14, Micov 8, Pascolo ne, Fontecchio, Cinciarini 2, Cusin, Abass ne, M’baye 14, Theodore 29, Jefferson, Bertans 3, Gudaitis 12. All. Pianigiani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento