menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto profilo Twitter Reyer

Foto profilo Twitter Reyer

La Reyer Venezia ha fatto la storia: è Final Four! Al Taliercio un'impresa incredibile

Sulla sirena le lacrime di De Raffaele suggellano una serata indimenticabile. Gli orogranata ribaltano il match d'andata contro il Pinar Karsiyaka. Umana tra le regine di Champion's

Il 29 marzo 2017 sarà ricordata come una data storica per il basket veneziano. Dopo anni di insuccessi, l'Italia ha di nuovo una squadra italiana in una Final Four che conta a livello continentale. Un sogno che si avvera per la truppa di coach De Raffaele, che subito dopo la sirena finale che ha suggellato la vittoria della Reyer Venezia contro il Pinar Karsiyaka in un Taliercio straripante di gioia, ha pianto. Lacrime che sanno di grande impresa. Di consapevolezza di stare costruendo qualcosa di grande assieme al presidente Federico Casarin.

I 2 si abbracciano poi guardano i loro giocatori, capaci di ribaltare il match d'andata e di scrivere una pagina indimenticabile a Venezia. Finisce 74 a 66 per la squadra di casa, che polverizza il vantaggio iniziale di 3 punti dei turchi frutto della partita in terra turca. A suggellare la vittoria una schiacciata di Melvin Ejim (grande protagonista, con 16 punti) che manda in orbita i compagni, che tra un mese si giocheranno qualcosa di inimmaginabile fino a pochi mesi fa.


Si gioca in pieno clima playoff, in un Taliercio tutto esaurito, e De Raffaele parte con Haynes, McGee, Bramos, Peric e Ortner. La tripla di Bramos sblocca il punteggio dopo 1′ e l’Umana Reyer allunga fino al 7-2 al 3′ con McGee e Peric. Ma il Pinar, che appoggia il gioco soprattutto su Owens, rimane a contatto, rispondendo colpo su colpo. Gli orogranata riprovano l’allungo a metà quarto, con la tripla di Haynes per il 14-8 e mantengono ancora cinque punti al 6′ dopo l’accelerazione sempre del numero 0 per il 16-11. Ma Owens (13 punti sui primi 16 dei turchi) riporta gli ospiti a -2 (18-16) all’8′ e poi, dopo il ritorno in campo di Tonut dal lungo infortunio, una tripla di Baygul allo scadere dei 24 a -1 (20-19) nell’ultimo minuto, con il punteggio che non si muove più, perché una possibile interferenza su Filloy non viene rilevata nemmeno dopo il ricorso all’instant replay e Ponitka fa 0/2 dalla lunetta nell’ultimo possesso.

I ritmi alti e la grinta non vengono meno anche nel secondo quarto, che viene inaugurato dalla tripla di Viggiano del 23-19, che diventa 25-19 al 12′ grazie a Ortner. Due triple, di Petway e Brown, riportano in parità il Pinar a quota 25 al 13′, poi i turchi vanno per la prima volta avanti (26-27) al 14’30”. E’ Haynes, dalla lunetta (anche sfruttando il tecnico a Green), a muovere il punteggio dell’Umana Reyer, prima delle due triple (di Haynes e Viggiano, anche se in mezzo artiva il terzo fallo di Peric) che danno il 34-31 al 17’30”. Il finale, dopo il 36-34 di Viggiano al 19′, è però di marca ospite, con Petway e Brown (da 3) che danno al Pinar il massimo vantaggio (36-39) all’intervallo lungo.

Un canestro di McGee e uno di Bramos dopo un recupero difensivo riportano l’Umana Reyer avanti al 21’30” (40-39), poi Ponitka sblocca il Pinar, prima di commettere il terzo fallo (subito dopo lo raggiunge anche Ejim) ed è Brown a impattare e dare poi il +2 (42-44) agli ospiti al 23’30”. La partita diventa molto spigolosa e il Taliercio si accende, anche per alcune discutibili decisioni arbitrali (come il tecnico per flopping a Ortner e il successivo quarto fallo dell’austriaco). I turchi provano ad approfittarne, allungando fino al 42-48 al 36′ con Owens, ma gli orogranata hanno la forza di riportarsi avanti con Peric, cinque punti consecutivi (due liberi e una tripla) di Ejim e la tripla di Filloy: al 28’30” è così 52-48. Il parziale di 10-0 viene chiuso dall’1/2 dalla lunetta di Green sul quarto fallo di Peric, poi anche Ejim fa 1/2 e Brown chiude sulla sirena il quarto sul 53-51.

L’Umana Reyer torna in campo dopo l’ultimo intervallo breve con grande concentrazione difensiva e precisione in attacco: un libero di Filloy, un canestro di Bramos dalla media e la tripla di Filloy scavano il nuovo massimo vantaggio sul 59-51 al 31’30”, con la panchina turca che chiama time out e coach De Raffaele in campo ad esultare. L’interruzione non cambia l’inerzia: Ejim schiaccia due volte (dopo un gioco a due con Filloy e a chiusura di un contropiede innescato da un suo recupero “in quota” su Owens) ed è 63-51 al 33′, con il Pinar che, oltre a non segnare, spende il bonus al 34′. Coach De Raffaele chiama time out per impostare la gestione del finale, poi Ponitka segna dalla lunetta il primo punto ospite nell’ultimo quarto (63-52 al 35′), anche se spende subito il quarto fallo sul tentativo da 3 di Filloy (2/3 e 65-52). Ma non è finita: un gioco da tre punti di Baygul e una penetrazione di Brown danno il 65-57 al 36′. E’ stavolta Peric (1/2 dalla lunetta e successivo canestro) a riportare l’Umana Reyer alla doppia cifra di vantaggio (68-57) al 37′. Agli ultimi 2′ si arriva sul 68-61 con il canestro di Baygul e i liberi di Brown. Gli orogranata commettono infrazione di 24” a -1’38”, poi (-1’21”) Bramos spende il quinto fallo per evitare una facile schiacciata a Owens che fa 0/2 dalla lunetta. Sul rimbalzo, Senturk fa fallo su Ress, che invece è freddo dalla lunetta: 2/2, 70-61 e time out Pinar. Haynes recupera palla sullo scarico di Brown e Peric inchioda a -1’03” la schiacciata del 72-61. Baygul fa 1/2 ai liberi a -58” (72-62) e Brown 2/2 a -31” (72-64) dopo una persa di Filloy. La panchina veneziana chiama nuovamente time out e, sulla pressione turca, Ejim schiaccia il 74-64 a -28”. Peric spende il quinto fallo a -22” (2/2 di Baygul), poi (-20”) è Senturk a fermare Ejim fallosamente (0/2). L’alley-oop di Brown per Owens non va, così come gli ultimi due tentativi del Pinar dopo rimbalzi offensivi e finisce così 74-66.

BCL: Umana Reyer Venezia – Pinar Karsiyaka 74-66

Parziali: 20-19; 36-39; 53-51

Umana Reyer: Haynes 11, Ejim 14, Peric 11, Bramos 7, Tonut, Visconti ne, Filloy 9, Ress 2, Ortner 6, Viggiano 8, McGee 6. All. De Raffaele. Pinar: Pettway 7, Baygul 13, Guven ne, Green 2, Brown 22, Ponitka 5, Owens 16, Gulaslan ne, Karahan ne, Senturk, Summers 1, Dogan. All. Markovic.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento