menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ress appende le scarpe al chiodo, il capitano della Reyer lascia dopo 20 anni di carriera

Un abbandono quasi forzato, a causa di un artrosi all'anca che dovrebbe operare in estate. Una carriera inimitabile, coronata con lo scudetto orogranata nella passata stagione

Una carriera lunga vent'anni. Gli scudetti con Siena, la Nazionale e il magico e forse insperato titolo con la Reyer Venezia lo scorso anno. Tomas Ress a fine stagione lascerà il basket giocato, una scelta presa serenamente, nonostante il desiderio fosse quello di continuare per un altra stagione. "La decisione è stata abbastanza semplice da prendere. Ho fatto delle valutazioni con lo staff medico - ha spiegato Ress in conferenza stampa venerdì pomeriggio - ma i problemi fisici sarebbero stati deleteri per il mio futuro, quello da 'persona normale'. Sono sereno". Il capitano orogranata soffre di un'artrosi all'anca, si sarebbe dovuto operare in estate, per un intervento però difficile da affrontare per un 38enne. Di qui la scelta, quasi inevitabile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ho fatto per vent'anni ciò che amavo fare"

In Ress traspira davvero la serenità con la quale ha ammesso di aver preso la decisione di ritirarsi, soddisfatto per una carriera che gli ha permesso di raggiungere traguardi di assoluto rilievo. "Per 20 anni ho fatto quello che volevo fare, - ha spiegato ai microfoni - e quindi mi reputo molto fortunato. Non potevo chiedere di più". Ora però c'è l'ultima parte di stagione, gli ennesimi playoff ai quali il capitano non vuole rinunciare, lui che in passato ha giocato anche con una spalla fratturata. Stringerà i denti, per concludere la carriera nel migliore dei modi: combattendo nel parquet come ha fatto per due lunghi decenni.

La carriera

Ress in carriera ha vinto 7 scudetti, sei con Siena, 5 guidato da Simone Pianigiani. Solo una finale persa, proprio quella del suo ultimo anno toscano, quando vestiva anche la fascia di capitano. Nel 2014 Tomas passa alla corte di Brugnaro, e proprio da capitano ha alzato la coppa di campione d'Italia, quella del terzo scudetto assoluto per la Reyer, dopo 74 anni di attesa. Nel corso della stagione passata. Ress nella sua carriera ha fatto la storia di due città, in modo differente, Siena e Venezia, rendendosi protagonista anche con la casacca che unisce tutti, quella della nazionale. Per alcuni anni punto di riferimento con la selezione azzurra, ha vinto la medaglia d'oro ai Giochi del Mediterraneo del 2005.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Torna in vigore da oggi l'ordinanza anti assembramenti

  • Attualità

    L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

  • Mestre

    Estrae un coltello, subito fermato da un agente e arrestato

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento