Sport

Sara Madera torna dal prestito: la giocatrice vestirà orogranata

«E’ una grande emozione tornare alla Reyer dopo due anni di esperienza in prestito a Lucca e Broni» ha confidato 

L’Umana Reyer Venezia ha il piacere di comunicare che Sara Madera, dopo il prestito della scorsa stagione a Broni, in serie A1, tornerà nella prossima stagione 2021/22 a vestire la maglia della prima squadra femminile Campione d’Italia. A conclusione del settore giovanile orogranata con cui ha vinto 3 scudetti, Madera aveva firmato nell’estate 2018 un contratto pluriennale con il club orogranata.

Caratteristiche

Ala/Centro di 187 cm, nata a Livorno il 28 giugno 2000, Madera nell’ultimo campionato ha disputato 30 incontri, a 32,5 minuti, 13,9 punti (high 26), 8,2 rimbalzi (high 19) e 1,9 assist di media, tirando con il 47,1% da 2 e il 32,4% da 3. La proprio oggi ventunenne atleta toscana ha così guadagnato la convocazione con la Nazionale Italiana per le qualificazioni ai Campionati Europei, disputando 4 match con la maglia azzurra. Ha inoltre fatto parte della squadra italiana 3×3 che ha conquistato il pass per rappresentare l’Italia ai Giochi Olimpici di Tokyo. A livello giovanile Sara ha conquistato con l’Italia il bronzo agli Europei under 16 in Portogallo nel 2015, l’argento ai Mondiali under 17 in Spagna nel 2016, in cui è stata eletta miglior centro, e l’oro agli Europei under 20 in Repubblica Ceca nel 2019, in cui è stata eletta MVP del torneo.

Le sue parole

«E’ una grande emozione tornare alla Reyer dopo due anni di esperienza in prestito a Lucca e Broni – ha confidato Sara Madera – Sono grata alla società perché dopo avermi cresciuta a livello giovanile ha continuato a credere in me facendomi maturare in due piazze importanti ed ora mi dà la possibilità di far parte del roster Campione d’Italia. La Reyer è una grande società, strutturata in ogni reparto con professionalità e organizzazione di altissimo livello. Torno a Venezia più consapevole e matura, mi sento migliorata a livello mentale, nella visione di gioco e nelle letture. Soprattutto ho imparato a prendermi le mie responsabilità in base a ciò di cui ha bisogno la squadra. Ora dovrò fare uno step ulteriore perché arrivo nella squadra Campione d’Italia con giocatrici molto forti e sono piena di energia per guadagnarmi ogni minuto e dare il mio contributo. Ho già giocato in Reyer con Carangelo e Bestagno, ma conosco bene tutte le giocatrici italiane per aver condiviso la maglia azzurra. Inoltre ho già lavorato con Massimo Romano a livello di prima squadra e di Nazionale, insieme abbiamo vinto l’oro all’Europeo under 20. Il 3×3 è stata una bella esperienza che non avevo mai provato prima, ma dopo qualche difficoltà iniziale sono entrata nella mentalità 3×3 ed è stata una grande gioia aver contribuito a portare l’Italia alle Olimpiadi. Non vedo l’ora di cominciare già dalla preparazione e di rivedere tutte le persone che già conosco, insieme ai tifosi che sono mancati tantissimo alla pallacanestro.»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sara Madera torna dal prestito: la giocatrice vestirà orogranata

VeneziaToday è in caricamento