Martedì, 22 Giugno 2021
Sport

Poca serenità, troppe palle buttate e fattore campo: così la Reyer perde a Sassari

Gli orogranata perdono 75-60 nella prima delle due gare in Sardegna

L’Umana Reyer non riesce a chiudere la serie sul 3-0, con il Banco di Sardegna che sfrutta il fattore campo nella prima delle due gare al PalaSerradimigni imponendosi per 75-60. Prima in orogranata di Jerrells e starting five con De Nicolao, Tonut, Chappell, Stone e Fotu.

Primo tempo

Parte subito meglio Sassari (4-0 in 2’30”), con primo canestro veneziano subito dopo, al primo tentativo da 2 (sottomano di De Nicolao), anche se l’Umana Reyer si accontenta troppo di tirare da 3 senza segnare, così è 15-4 al 6’. Dopo 8 errori di squadra dall’arco, due triple consecutive di Daye fanno 15-10 al 7’, seguite dall’ingresso di Jerrells, ma il finale è di nuovo sardo: al primo intervallo è 22-12. I primi due dell’ex di turno in maglia orogranata fanno 24-15 all’11’, ma Sassari è ancora più ispirata e si porta sul 29-15 al 14’ e ci vuole ancora un canestro, da 3, di Jerrells per tornare a muovere il punteggio orogranata (29-18 al 14’30”). Coach De Raffaele chiama time out a metà periodo sul 35-18, poi si accende Tonut, con 8 di fila per il 40-26 al 16’30”. Gli orogranata, però, non segnano più e ci sono anche momenti tesi in campo (doppio antisportivo a Watt e Spissu e doppio tecnico a Stone e Gentile), così il primo tempo si chiude sul 46-26.

Secondo tempo

Al ritorno in campo, Spissu mette il libero del 47-26 per un tecnico alla panchina orogranata al rientro negli spogliatoi, poi l’Umana Reyer ha un sussulto, alzando l’intensità difensiva e riavvicinandosi sul 47-31 al 22’ con Tonut e Stone. Gli orogranata pagano però le troppe palle perse, rimettendo in fiducia Sassari, che aggiorna il massimo vantaggio fino al 55-31 al 24’30”. Dal 57-34 del 26’ gli orogranata riescono a limare qualcosa nel finale di periodo, anche se il divario resta comunque ampio all’ultimo intervallo: 61-42. Le triple di Jerrells e Mazzola tengono accesa la speranza dell’Umana Reyer (61-48 al 31’30”), poi si segna col contagocce e si arriva a metà quarto sul 64-51, con Tonut che firma subito dopo il 64-53, ma bisogna aspettare il 36’30” per un nuovo canestro (di Bilan, 66-53). Esce per falli Gentile e Stone mette la tripla del 66-56, ma Bendzius e Burnell chiudono virtualmente i conti al 38’30” sul 72-56. C’è infatti solo il tempo per aggiornare il finale sul 75-60.

Parziali: 22-12; 46-26; 61-42

Banco di Sardegna: Spissu 13, Bilan 10, Treier 2, Chessa ne, Kruslin ne, Happ 11, Katic 7, Re ne, Burnell 11, Bendzius 13, Gandini ne, Gentile 8. All. Pozzecco.
Umana Reyer: Casarin 2, Stone 6, Tonut 17, Daye 12, De Nicolao 2, Campogrande, Chappell, Mazzola 6, Cerella 2, Fotu 2, Watt 3, Jerrells 8. All. De Raffaele.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poca serenità, troppe palle buttate e fattore campo: così la Reyer perde a Sassari

VeneziaToday è in caricamento