Il trionfo della Reyer femminile: batte Schio e vince la Supercoppa

Dodici anni dopo, il PalaRomare di Schio è di nuovo teatro della vittoria delle orogranata in Supercoppa

Strepitosa Umana Reyer. Dodici anni dopo, il PalaRomare di Schio è di nuovo teatro della vittoria delle orogranata in Supercoppa, che il club si aggiudica per la seconda volta nella storia con il 64-73 nella finalissima sulle padrone di casa della Famila Schio.

Primo tempo

Partono in starting five Carangelo, Anderson, Penna, Fagbenle e Petronyte. Si comincia con due canestri di Penna e il primo canestro di Schio arriva dopo ben 3’30” per l’ottima difesa orogranata. L’Umana Reyer riallunga dal 4-4 al 6-11 poco prima di metà quarto, ma le padrone di casa riescono a mettere la freccia al 7’ sul 16-15 con pronto time out di coach Ticchi. Dal 17-15, le orogranata rispondono con un break di 0-7 per il 17-22 al 9’, poi la Famila ricuce parzialmente fino al 21-22 al primo intervallo. L’avvio di secondo periodo vive su sorpassi e controsorpassi, fino al primo allungo, firmato da Pan: 25-31 al 13’. L’Umana Reyer riesce a mantenere un margine tra i 4 e i 6 punti fino al 31-35 del 16’. Ci vogliono quasi 2’ per rivedere un canestro in campo ed è un’altra tripla di Pan (31-38 al 17’30”). Harmon prova a tenere a contatto Schio, ma il margine di +7 per le orogranata è confermato sul 35-42 al rientro negli spogliatoi grazie al canestro sulla sirena di Bestagno.

Secondo tempo

Si alza il ritmo alla ripresa del gioco, ma l’Umana Reyer mantiene il margine inizialmente e poi lo incrementa. La doppia cifra di vantaggio arriva al 24’30” sulla tripla di Carangelo, poi Schio prova ad alzare l’intensità difensiva ma si riavvicina relativamente: 43-51 al 26’. Attura firma il 43-54, poi Pan fa di nuovo +12 (45-57) al 29’ e all’ultima pausa si arriva sul 47-57. Le orogranata continuano a giocare con più intensità e reattività delle avversarie, così allungano progressivamente fino al 47-63 al 32’. Il primo canestro delle padrone di casa è una tripla di Sottana al 33’ (50-63). Penna dalla lunetta e Pan (50-65) firmano due volte il +15 a cavallo di metà quarto, con la piccola reazione del Famila (5-0) fermata da coach Ticchi con il time out al 36’ sul 57-67. Comincia a sentirsi la tensione e Schio si riavvicina sotto la doppia cifra (59-68) al 37’30” e sul 62-68 al 38’, ma Carangelo 30” dopo mette la tripla dei tre possessi di margine (62-71) e, prima dell’ingresso nell’ultimo minuto, i liberi del 62-73. A questo punto, Schio ormai si è arresa: l’Umana Reyer si aggiudica la SuperCoppa per 64-73.

Parziali: 21-22; 35-42; 47-57

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Famila: Keys 7, Viviani ne, Cinili 4, Gruda 17, De Pretto 4, Battilotti ne, Crippa, Andrè 4, Trimboli 7, Harmon 12, Sottana 9. All. Vincent.
Umana Reyer: Bestagno 13, Carangelo 11, Pan 12, Natali, Anderson 10, Petronyte 6, Fagbenle 6, Meldere ne, Attura 9, Penna 6. All. Ticchi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Per Zaia il problema non sono ristoranti e palestre: «Bisognava puntare su assembramenti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento