L'Umana Reyer ci prova, ma alla fine Segafredo Bologna vince: finisce 75-70

Qualche difficoltà di troppo in attacco costringono gli orogranata a chiudere in difetto il match

Non basta una grande prova sul campo della capolista Segafredo Virtus: anche la seconda trasferta consecutiva a Bologna si chiude infatti per l’Umana Reyer con una sconfitta, per 75-70.

Primo tempo

Torna tra i dodici Stone (fuori Udanoh) e quintetto inedito con De Nicolao, Tonut, Bramos, Daye e Vidmar. Gli orogranata partono con grande concentrazione, colpendo dall’arco (De Nicolao e due volte Daye) e provocando tre palle perse a Bologna nei primi 3’30”, con time out obbligato per Djordjevic sul 4-13. L’inerzia, però, non cambia. Vidmar crea spazi e De Nicolao e Daye (tripla allo scadere dei 24”) allungano sul 4-16 al 5’30”, poi ancora De Nicolao la mette da 3: 6-19 al 6’30”. Debutta Teodosic, che si presenta con una tripla, e la partita, contrassegnata da grande agonismo, cambia. E’ l’Umana Reyer, nel finale di tempo, a perdere quattro palloni, così si va al primo intervallo sul 13-19. Il parziale dei padroni di casa arriva a 9-0, prima che Filloy sblocchi in attacco gli orogranata dopo oltre 5’ (15-22 all’11’30”). Teodosic, comunque, riporta la Segafredo a un solo possesso (20-22 al 12’), con time out obbligato per coach De Raffaele. Alla ripresa del gioco è il momento di Chappell: 7 di fila e 22-29, con time out bolognese al 14’. Djordjevic viene punito con un tecnico per proteste, ma il libero di Daye è l’unico punto veneziano di una fase di gioco intensissima, in cui il solito Teodosic firma il primo sorpasso dei padroni di casa: 31-30 al 17’30”. Stone commette il terzo fallo, con l’Umana Reyer che alza l’intensità difensiva e trova un gran finale di capitan Bramos (7 di fila anche per lui, a controbattere colpo su colpo a Teodosic) e la schiacciata finale di Watt, su recupero di Filloy, per il 35-39 all’intervallo lungo.

Secondo tempo

L’inizio di ripresa assomiglia all’inizio del primo tempo. Bologna corre, ma fa confusione, di fronte alla grande difesa orogranata, così Bramos, De Nicolao e Vidmar firmano il 37-45 al 23’30”. Dopo il time out, Bologna si ripresenta con Teodosic e Hunter, protagonisti nel 9-0 che riporta la Segafredo avanti: 46-45 al 26’30”. Il quintetto piccolo scelto da De Raffaele (dentro Filloy per Daye), però, paga, anche perché Watt entra in partita, prendendosi con efficacia carico delle responsabilità offensive. Punto su punto, dal 49-49 al 28’, l’Umana Reyer costruisce così un parziale di 0-9, chiuso dalla tripla apertissima di Filloy costruita con un’ottima circolazione per il 49-58. Ci vuole l’ennesima perla di Teodosic per dare alla Segafredo il -6 (52-58) all’ultimo intervallo. Per vedere un canestro, nel quarto periodo, bisogna aspettare più di 3’ (tripla di Gaines, seguita dal canestro di Hunter del 57-58 al 34’), con gli orogranata che non segnano nella prima metà del quarto e Bologna è così avanti al 35’ per 60-58 (tripla di Weems e time out di coach De Raffaele). Il tap in di Watt sblocca l’Umana Reyer pareggiando a quota 60 al 35’30”, ma Bologna si porta sul 67-60 al 37’. Non è però finita: le triple di Bramos e Filloy valgono il 67-66 a -2’18”, con time out stavolta dei padroni di casa. Il botta e risposta Weems-Watt mantiene le distanze, poi Teodosic inventa l’assist per il 71-68 di Hunter a -1’22”. Filloy sbaglia lo scarico a -1’07” e ancora Weems allunga (73-68) a -51”. Watt, dalla lunetta, prova a tenere aperta la partita con un 2/2 a -40” (73-70), ma la chiudono Hunter a -23” (75-70 sul settimo assist di Teodosic) e la seguente persa di Filloy.

Parziali: 13-19; 35-39; 52-58

Segafredo: Gaines 3, Deri ne, Pajola, Baldi Rossi, Markovic 10, Ricci 4, Cournooh, Hunter 16, Weems 14, Nikolic ne, Teodosic 22, Gamble 6. All. Djordjevic.
Umana Reyer: Casarin ne, Stone, Bramos 12, Tonut 2, Daye 12, De Nicolao 10, Filloy 9, Vidmar 2, Chappell 7, Pellegrino ne, Cerella, Watt 16. All. De Raffaele.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto a terra, morta una ragazza di 29 anni

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • L'Amerigo Vespucci torna in laguna in compagnia della nave San Giorgio

  • Incidente mortale di Eraclea, il motociclista aveva bevuto

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • Travolto da un'auto, morto un pensionato di 63 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento