rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Sport

La Service Med respira, zona retrocessione più lontana

Con la vittoria contro il Campagnola Idea Volley per 3-1 la squadra di San Donà sale dai bassifondi della classifica

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Missione compiuta della Service Med in quello che si presentava a tutti gli effetti come uno scontro diretto per la salvezza, comunque una partita da vincere a tutti i costi per abbandonare quanto prima la "zona rossa". Le ragazze di Giuseppe Giannetti hanno regolato il Campagnola Idea Volley con un 3 a 1 che parla di una buona prestazione di tutto il collettivo, con una sola flessione nel terzo set, quando la squadra ha tirato un po' il fiato.

La Service Med si ripresenta con il consueto sestetto, con Giudici in campo al posto di Santin. Partenza su punto a punto, poi le sandonatesi collezionato un break di 8 a 1 e prendono il largo, passando dal 3/4 all'11/5, assumendo il controllo del gioco, di fatto senza mai rischiare. Secondo set molto simile, con le ragazze di Giannetti che forzano a servizio, mentre dall'altra parte collezionano 5 errori in battuta; la squadra prende un po' il fiato alla fine, concedendo alle bolognesi di raggranellare qualche punto, giusto per chiudere dignitosamente il set.

Due set vinti con grande merito, dov'è emersa una grande attenzione in ricezione e in difesa, al centro una Furlan imperiale e un attacco con buoni numeri complessivi, spinto dal capitano Giacomel.

Il dispendio di energie si fa sentire tutto nel terzo set, con la squadra annebbiata nelle idee, che inizia a commettere errori. Nonostante questo la Service Med riesce a rimanere in gioco fino al 22/23, salvo poi mollare la presa. Una nota positiva: sul 18/21 si rivede Isotta Rigoni, la centrale che in questa stagione non ha potuto ancora mettersi in mostra a causa da un guaio alla spalla.

Le ragazze di casa sembrano risentire il contraccolpo e fanno fatica a riprendere il bandolo del gioco. Il tecnico inserisce Santin per Giudici sul / pari; poco dopo decide di far respirare una Furlan stravolta dalla fatica. Quest'ultimo cambio risulterà decisivo perché la centrale al suo rientro farà la differenza, realizzando subito tre punti fondamentali, cui vanno aggiunti quelli di Santin e Zanotto; e la squadra va sul 18/14. Da qui in poi si va sul velluto: ritorna la convinzione e la determinazione, mentre nel Campagnola subentra il nervosismo che la fa sbagliare in varie occasioni. La Service Med chiude, così, il 2011 al "Barbazza" con una bella vittoria.

 

SERVICE MED SAN DONA' - IDEA VOLLEY CAMPAGNOLA: 3-1
PARZIALI: 25/17, 25/18, 23/25, 25/20
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Service Med respira, zona retrocessione più lontana

VeneziaToday è in caricamento