menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Unione, Brugnaro: "Si riparte dalla D, chi ha progetti seri mi contatti"

L'invito del sindaco di Venezia, che spiega di seguire con attenzione la vicenda della società: "Serve un progetto nuovo e che garantisca futuro"

Appena un paio di giorni fa la notizia ufficiale: l'Unione non ha i requisiti per iscriversi al campionato, di conseguenza deve ripartire dalla serie D. Un incubo per i tanti tifosi e appassionati che avevano sperato fino all'ultimo nell'intervento di qualche acquirente che riuscisse a sanare i debiti della società. Niente di tutto questo, per la squadra di calcio di Venezia non c'è stato il lieto fine. Ne prende atto anche il sindaco della città, Luigi Brugnaro, che affida a un comunicato il suo rammarico ma anche le idee per il futuro.

"Preso atto che non ha avuto seguito l'operazione di salvataggio della categoria Lega Pro, sto seguendo l'evolversi della situazione da vicino e con particolare attenzione - spiega - L'obiettivo primario è che il calcio a Venezia possa riprendere dalla serie D con un progetto nuovo, credibile e in grado di garantire un futuro certo alla società, a tutela di tutti coloro che a diverso titolo credono, con amore e passione, in questa importante realtà".

Brugnaro si dichiara a completa disposizione per ricevere, dialogare e approfondire ogni questione con tutti i soggetti che siano interessati a rilevare la società, per consentirle di ripartire dentro questa logica. "Dato il poco tempo a disposizione- aggiunge - invito pubblicamente i singoli e le eventuali cordate che fossero intenzionati a impegnarsi, a contattarmi direttamente presso la mia segreteria a Ca' Farsetti, allo scopo di prendere una decisione definitiva entro la fine di questa settimana".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento