rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Sport Spinea

Spinea, parte il progetto “Sport e disabilità con arca 974”

Presentato venerdì e rivolto ad associazioni, cooperative e realtà del territorio che si occupano di disabilità per far scoprire e conoscere il tennis e i benefici dell’attività motoria

Da venerdì è partita a Spinea l’iniziativa “Sport e disabilità con arca 974” che consiste in alcune mattine di sport rivolto ad associazioni, cooperative e realtà del territorio che si occupano di disabilità per far scoprire e conoscere il tennis e i benefici dell’attività motoria anche per chi ha disabilità. Tra i presenti alla presentazione Federica Vinci, titolare di Tennis Club Arca 974, Annamaria Fabiani responsabile Uos Disabilità (Unità operativa semplice) l’Ulss 3 e Mattia Zanetti, del servizio inclusione della Cooperativa Aclicoop di Mirano.

A questo primo appuntamento ha partecipato la cooperativa Aclicoop con alcuni utenti che hanno così avuto modo di scoprire i benefici dello sport. Sono state anche illustrate le modalità di gioco del tennis per gli atleti in carrozzina. Infatti il Tennis Club Arca 974 tra le varie attività propone anche corsi di tennis per atleti in carrozzina riconosciuti dalla Federazione Italiana Tennis. Federica Vinci, 36 anni, originaria del Lido di Venezia, gioca a tennis da quando aveva nove anni. È diventata imprenditrice sportiva con coraggio e determinazione, allargando tre anni fa l’offerta del centro anche al beach volley, al beach tennis, al padel e ai camp estivi per bambini e ragazzi.

Ha intrapreso il percorso di maestra di tennis perché la passione viene prima di tutto. Così ha spiegato come si svolge il tennis per disabili: «Io li chiamo i ragazzi in carrozza, una forma molto più amichevole. Entrano in campo con una carrozza diversa da quella da strada. Le ruote sono un po’ più aperte in modo da avere più stabilità. Gli atleti giocano all’interno del campo facendo dei giri dopo aver colpito la palla. In pratica le regole del gioco vengono adattate alle possibilità di queste persone. Sono molto felice di proporre anche questo tipo di attività perché mi permette di trasmettere la mia grande passione veramente a chiunque voglia avvicinarsi a questo sport».

Annamaria Fabiani ha avuto parole di elogio per questa iniziativa portando anche i saluti del dottor Massimo Zuin direttore dei Servizi Socio-Sanitari e Longato direttore della Uoc disabilità e non autosufficienza del distretto 3 e 4 Mirano-Dolo e Chioggia dell'Ulss 3. «Grazie al Tennis Club Arca 974 per questa attenzione al mondo della disabilità. Proporre iniziative che permettono di far incontrare i nostri utenti con le realtà del territorio costituisce sicuramente un’opportunità che diventa anche terapia. L’inclusione nasce e si sviluppa anche con l’incontro. Dopo due anni di pandemia vediamo quanto questa esigenza sia particolarmente importante per i nostri utenti e per i loro familiari».

Mattia Zanetti ha spiegato la realtà di della cooperativa. «Aclicoop è una cooperativa sociale del miranese che lavora da oltre 35 anni in ambito disabilità. Segue ben 200 persone dando lavoro a 150 operatori. Sul territorio segue due centri diurni per persone con disabilità a Mirano e Scorzè, tre centri diurni occupazionali a Mirano e Salzano, due comunità alloggio a Mirano e Salzano, due centri educativi ricreativi diurni a Spinea e un gruppo appartamento a Mirano. È autorizzata all’esercizio e accreditata dalla Regione del Veneto. La gestione dei servizi fa riferimento a quanto previsto dall’Ulss 3. Siamo davvero grati ad Arca 974 per aver pensato e creato uno spazio dedicato alle persone con disabilità». Il Tennis Club Arca 974 dispone di quattro campi da tennis in terra rossa, tutti coperti e riscaldati nel periodo invernale, due campi da padel, e quattro campi da beach tennis e beach volley, una spaziosa e curata club house per ospitare eventi, aperitivi, cene e pranzi. I campi sono illuminati nelle ore serali da fari a led e manutentati giornalmente. Offre anche ampi spazi giardino con scivoli e giochi per bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spinea, parte il progetto “Sport e disabilità con arca 974”

VeneziaToday è in caricamento