menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ufficiale, Jesolo sarà l'arrivo di tappa del 22 maggio al Giro d'Italia

Presentata lunedì mattina la nuova edizione della corsa rosa. Quattro tappe venete, di cui una con linea del traguardo nella località balnearre

Il Giro d’Italia torna a Jesolo. Mancava dal 2009, quando la Corsa “Rosa” ospitò la partenza della seconda tappa dopo il prologo della crono a squadre al Lido di Venezia e che poi si concluse a Trieste. Dopo i rumors delle ultime settimane lunedì a Milano è arrivata la conferma che Jesolo ospiterà la 13esima tappa, tutta veneta, in programma il 22 maggio 2015 con partenza da Montecchio Maggiore in provincia di Vicenza: 153 chilometri di pianura con arrivo in volata. Il Giro d’Italia edizione numero 98 inizierà il 9 maggio a Sanremo e finirà il 31 maggio a Milano. 3500 km per 21 giorni di gara e trovare il successore di Nairo Quintana, vincitore dell’edizione 2014.
 
«La Città di Jesolo torna a riabbracciare un arrivo della corsa “rosa” dopo 26 anni e questo è già di per sé un successo per questa amministrazione – è il commento del sindaco Valerio Zoggia – Inseguivamo da tempo questa opportunità e siamo riusciti a conquistare un arrivo di tappa dopo una lunga trattativa con gli organizzatori e il direttore della corsa Mauro Vegni, che abbiamo incontrato più volte nel corso dell’ultimo anno. Ora ci occuperemo di tutto ciò che riguarda l’aspetto tecnico della gara assieme ai responsabili della logistica del Giro con i quali decideremo la location più adatta per il percorso cittadino e per il traguardo che sarà un arrivo per velocisti».
 
“La corsa più dura del mondo nel paese più bello del mondo”, questo lo slogan che ispira gli organizzatori del Giro da sempre. Una manifestazione che porta ogni anno circa 11,8 milioni di persone sulle strade delle tappe, con 171 paesi collegati sui canali televisivi e 1 miliardo e 204mila contatti sul web. Numeri vertiginosi che tradotti in business creano un indotto di 110 milioni di euro dal suddiviso per ciascuna delle 21 tappe significa circa 4 milioni di euro come valore singolo.

 
«Jesolo ancora una volta dimostra di avere una vocazione non solo turistica e fine a se stessa – aggiunge l’assessore allo Sport Ennio Valiante – Dopo il calcio e Del Piero, la grande atletica, il beach soccer torna il grande ciclismo, uno sport che incolla milioni di persone davanti al televisore, crea followers sui social, porta quasi dodici milioni di tifosi sulle strade per tifare. Un’occasione che Jesolo non poteva perdere e che ha cercato, voluto ed ottenuto e che oltre ad essere un grande impegno e sforzo organizzativo sarà sicuramente un investimento dal punto di vista d’immagine di enorme valore. Da qui al 22 maggio del 2015 lavoreremo per fare in modo che tutto sia pronto e funzionale. Vogliamo che i corridori, la gente, i tifosi, gli ospiti e soprattutto chi da ogni parte del Veneto e d’Italia verrà a Jesolo se ne possa andar via con un bel ricordo e con la voglia di tornare nella nostra città».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento