Sport

Altro importante tassello per la Reyer: Tarik Tobias Phillip in orogranata

Esperienza in diversi campionati per il giocatore di origine statunitense che ha parlato dell'Umana come della «miglior scelta»

Il giocatore (foto: wikipedia)

L’Umana Reyer comunica con soddisfazione di aver raggiunto un accordo pluriennale con Tarik Tobias Phillip.

Gli esordi

Nato a Brooklyn (New York, USA) il 10 agosto 1993, in possesso di doppio passaporto americano e della UK (la madre è inglese), Tarik è una point guard di 191 centimetri in arrivo dal Tofas Bursa. Inizia a giocare a basket nella Christ the King Regional High School (Queens, New York) prima di spostarsi alla Brooklyn College Academy con cui vince il titolo della Public Schools Athletic League. A livello collegiale veste i colori dell’Independence Community College, con cui viene nominato Player of the Year della Kansas Jayhawk Community College Conference Eastern Division, e del West Virginia (sesto uomo dell’anno della Big 12 Conference).

Carriera

Nel 2017 inizia la carriera professionistica in Europa con il Nemzeti Bajnokság, in Ungheria, mentre nella stagione 2018/19 si trasferisce in Spagna nel CB Clavijo. Prima di tornare in Europa al Tofas Bursa, disputa una stagione nella lega di sviluppo americana NBA G League con i Memphis Hustle (13.8 punti, 4.9 rimbalzi, 3.8 assist con 48 punti di season high) e il 9 aprile firma un contratto con i Washington Wizards con cui gioca la Summer League. Nella stagione 2019/20 lascia l’America per firmare con il Tofas Bursa con cui gioca la Basketball Super League turca e l’Eurocup (11.6 punti, 3.5 rimbalzi, 4.1 assist), sfidando proprio l’Umana Reyer in regular season.Inizia la stagione 2020/21 con l’Hapoel Jerusalem prima di tornare al Tofas con cui registra 13 punti, 5 assist e 4.5 rimbalzi in 24 partite di campionato (49.6% da due e il 39% da tre) e 14.1 punti, 4 assist e 4.8 rimbalzi in Champions League.

Le sue parole

«Reyer è la miglior scelta per me – le prime parole di Tarik Phillip – Una grande organizzazione con cultura vincente e un alto grado di professionalità. Avevo bisogno di una sfida che mi permettesse di giocare ad alto livello e ringrazio la Reyer per avermi voluto fortemente. Da ciò che so troverò un gruppo di lavoro abituato a competere con tutti e farò del mio meglio per aiutare la mia squadra a vincere. Sono un giocatore di letture, non amo giocare “hero ball”, mentre la difesa è una mia grande passione». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altro importante tassello per la Reyer: Tarik Tobias Phillip in orogranata

VeneziaToday è in caricamento