rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Sport

La Reyer vuole scardinare chi non voleva aprirle le porte della serie A

Gli orogranata oggi pomeriggio, alle 16.10 diretta La7, sono impegnati sul parquet di Teramo per una partita tra le due società "litiganti" dell'estate passata. Da allora è cambiato tutto

Non vogliono sentire parlare di rivalità coach Andrea Mazzon e coach Alessandro Ramagli. E da un certo punto di vista hanno ragione. La guerra di carte bollate della scorsa estate è lontana e il mondo da allora sembra essersi capovolto. Intendiamoci, questo per quanto riguarda gli staff tecnici. Per il tifoso "medio", invece, il fatto che la Banca Tercas stava per sbarrare le porte della serie A1 a Venezia è un pungolo che ancora lo spinge a guardare con attenzione alle gesta della squadra abruzzese, che tra l'altro in questo periodo non sono particolarmente roboanti.

I biancorossi, infatti, vengono da due sconfitte consecutive. L'ultima contro un'ottima Avellino. "Non c'entra contro chi giochiamo - commenta l'allenatore orogranata Mazzon - Dobbiamo concentrarci sulle nostre cose. Perché non credo che la Banca Tercas sia stanca dopo la partita di tre giorni fa. Anzi, i gicatori esperti con queste pause così ristrette trovano ritmo a giocare ogni tre giorni".

 

La Reyer però ora fa paura a tutti.Tifosi teramani compresi. Alessandro Ramagli, allenatore biancorosso, conosce le difficoltà che la sua squadra incontrerà domani: "Questa partita cade in un momento molto delicato della nostra stagione - commenta - Siamo reduci da due brutte sconfitte in trasferta e abbiamo bisogno di ritrovare il feeling con le nostre abitudini". All'andata finì 86 a 71 per i lagunari, e Venezia entra sul parquet da favorita. "Incontriamo una squadra – conclude Ramagli – che nell’ultimo periodo ha battuto avversari prestigiosi. Avremo bisogno del contributo di tutti e della spinta del nostro pubblico per superare questo difficile ostacolo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Reyer vuole scardinare chi non voleva aprirle le porte della serie A

VeneziaToday è in caricamento