menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento del match (foto: reyer.it)

Un momento del match (foto: reyer.it)

La Reyer si riprende il secondo posto in classifica: contro Torino vince 66-73

Gli orogranata ritrovano la vittoria esterna in campionato e tornano appena sotto la vetta

L’Umana Reyer ritrova la vittoria esterna in campionato e torna al secondo posto in classifica: espugnato il PalaVela con il 66-73 sulla Fiat Torino.

Primo periodo

Nelle rotazioni, torna tra i dodici Vidmar, con l’ex Washington (applaudito) in tribuna e l’altro ex Mazzola in starting five con Haynes, Stone, Bramos e Vidmar. Dopo un primo minuto di errori, sblocca Carr da 3, con Mazzola protagonista dei primi 5 punti orogranata per la parità a quota 5, mentre l’allungo sul 5-9 è firmato da Vidmar e Haynes. Le squadre si affidano al tiro da 3, con percentuali basse, finché Bramos infila il 7-12. Dopo i liberi di Jaiteh e il canestro di Haynes, è un’altra tripla, di Daye, a siglare l’allungo sul 9-17 e a costringere la panchina piemontese al time out prima dell’ultimo minuto di quarto, quando arrivano i canestri di Watt, per il vantaggio in doppia cifra, e Wilson, che chiude i primi 10’ sull’11-19.

Secondo periodo

Il secondo periodo si apre con il gioco da tre punti (non completato di McAdoo) e le due squadre che appoggiano il gioco nel pitturato. Watt è il protagonista, insieme a un canestro di Daye, a riallungare sul 15-26 al 14’ e nuovo time out dei padroni di casa. L’Umana Reyer domina a rimbalzo e tiene a distanza gli avversari, poi, a cavallo di metà quarto, arrivano tre triple (Giuri, Hobson e Tonut) per il 20-32. Dopo il time out stavolta orogranata, sempre Watt firma il 19-31, mentre Wilson fa 2/3 dalla lunetta sul fallo di Mazzola per il 21-31 al 16’. Si continua a segnare poco e si arriva così agli ultimi 2’ del tempo sul 23-31. Daye viene punito con un tecnico (1/1 di Moore e 24-31), poi si accende Bramos con due triple di fila e si arriva all’ultimo minuto sul 26-37, mentre si va all’intervallo lungo sul 28-39 grazie ai liberi finali di Haynes.

Terzo periodo

Al rientro in campo, parte meglio Torino: dopo un botta e risposta Jaiteh-Vidmar (gran schiacciata su gioco a due con Stone per il 30-41 al 21’30”), arrivano in rapida sequenza secondo e terzo fallo dello sloveno e quello del bonus di Watt dopo nemmeno 4’, oltre a tre palle perse, che costringono coach De Raffaele al time out sul 39-41 al 24’. L’Umana Reyer esce bene dall’interruzione, con un buon gioco a due Daye e Watt, anche se la Fiat riprende subito l’inerzia e, con due contropiedi, si porta avanti sul 45-43 al 26’. Daye impatta e poi infila il libero del controsorpasso (45-46) al 27’, dopo il quarto fallo di Wilson e il tecnico alla panchina piemontese. Gli orogranata perdono ancora un pallone e Torino si riporta in vantaggio (49-47) al 28’. L’Umana Reyer sfrutta il bonus della Fiat per andare in lunetta con Watt e Daye, anche se per entrambi c’è solo un 1/2 e Portannese completa un gioco da 4 punti per il 53-48 al 28’30”. Nel finale, De Nicolao subisce un paio di falli (tra cui il quarto di Cusin) ma fa anche lui 2/4, chiudendo sul 53-50 un quarto da 25-11 per Torino.

Quarto periodo

Haynes impatta dall’arco a quota 53 con la tripla che apre l’ultimo quarto, poi due canestri di fila di Jaiteh spingono la panchina veneziana al nuovo time out sul 57-53 al 32’. Appena l’Umana Reyer trova una buona circolazione in attacco, arriva una buona tripla di Daye ed è lo stesso numero 9 a siglare, dopo il quarto fallo di McAdoo, il sorpasso sul 57-58 al 33’30”. Gli orogranata alzano anche l’intensità difensiva e stavolta è Torino a chiamare il time out, prima di metà periodo, dopo il canestro di Vidmar e la tripla di Haynes del 59-63. L’Umana Reyer continua a difendere forte, provocando anche un paio di palle perse agli avversari e può allungare, sfruttando anche il fatto di non aver speso falli nella prima metà di quarto: 59-65 con Vidmar al 36’30”, addirittura 60-70 a -1’35” dopo cinque di fila di Haynes. La Fiat prova a tener aperta la partita con le triple di Hobson e Moore (66-70 a -47”), ma a chiudere virtualmente i giochi è la tripla di Watt a -28” (66-73). Dopo il time out piemontese, Moore sbaglia da 3, Stone prende il rimbalzo e la Fiat si arrende, rinunciando anche al fallo sistematico.

Parziali: 11-19; 28-39; 53-50

Fiat: Wilson 8, Anumba ne, Carr 3, Hobson 16, Guaiana ne, Poeta, Cusin, McAdoo 6, Jaiteh 16, Stodo ne, Portannese 8, Moore 9. All. Galbiati.

Umana Reyer: Haynes 17, Stone, Bramos 9, Tonut 3, Daye 14, De Nicolao 2, Vidmar 6, Biligha, Giuri, Mazzola 5, Cerella, Watt 17. All. De Raffaele.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento